Le tracce della maturità 2018

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
Rispondi
marilua
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 429
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2016, 15:23
La mia penna preferita: in questo momento Aurora 98
Il mio inchiostro preferito: waterman Havane
Misura preferita del pennino: Fine
Località: dintorni di Piacenza
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da marilua » mercoledì 20 giugno 2018, 13:43

Avete visto le tracce della prima prova? Che ne pensate? A me sembrano interessanti anche se non tutte semplicissime.
Quale avreste scelto e perché?
Io intanto aspetto di sapere cosa ha scelto la mia nipotina :?: (curiosa di sapere se ho azzeccato la sua scelta :think: )
carpe diem tempus fugit

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9631
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da maxpop 55 » mercoledì 20 giugno 2018, 14:00

Oramai c'è chi sceglie per me...........................mio figlio ha fatto quello sulla clonazione.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

marilua
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 429
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2016, 15:23
La mia penna preferita: in questo momento Aurora 98
Il mio inchiostro preferito: waterman Havane
Misura preferita del pennino: Fine
Località: dintorni di Piacenza
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da marilua » mercoledì 20 giugno 2018, 14:06

Mia nipote mi ha appena mandato un messaggio vocale, era euforica, ha scelto la solitudine nell'arte.
Aspettiamo di sapere cosa ha scelto il nostro maturando forumista :thumbup:
carpe diem tempus fugit

Avatar utente
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 310
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da efreddi » venerdì 22 giugno 2018, 12:34

A suo tempo avrei scelto quella della clonazione, mentre adesso senza dubbio mi sarei buttato su quella della solitudine nell'arte, e' un argomento cosi' vasto...
Elia
----------------------------

Avatar utente
HoodedNib
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 869
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da HoodedNib » venerdì 22 giugno 2018, 13:21

Il problema del tema sulla clonazione e' che servono persone competenti (e con alcune competenze specifiche) sia che lo si voglia portare come tema scientifico che come tema filosofico perche' e' molto ma molto facile buttarla in caciara sia da parte degli studenti che da parte dei professori. Ma mentre penso che da parte studentesca possa essere un tentativo come tanti altri che i professori possono riprendere e redarguire se e' lo studente che sa e il professore che non capisce (e in questo specifico caso lo trovo molto possibile) si generano situazioni molto brutte da parte degli studenti e di quello che loro pensano dell'insegnamento.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Rodelinda
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 23:10
La mia penna preferita: L'Aurora Hastil!
Il mio inchiostro preferito: Quello che non ho ancora!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Hinterland Milanese
Sesso:
Contatta:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da Rodelinda » venerdì 22 giugno 2018, 14:18

HoodedNib ha scritto:
venerdì 22 giugno 2018, 13:21
Il problema del tema sulla clonazione e' che servono persone competenti (e con alcune competenze specifiche) sia che lo si voglia portare come tema scientifico che come tema filosofico perche' e' molto ma molto facile buttarla in caciara sia da parte degli studenti che da parte dei professori. Ma mentre penso che da parte studentesca possa essere un tentativo come tanti altri che i professori possono riprendere e redarguire se e' lo studente che sa e il professore che non capisce (e in questo specifico caso lo trovo molto possibile) si generano situazioni molto brutte da parte degli studenti e di quello che loro pensano dell'insegnamento.
Il tema sulla clonazione è il classico tema che nella mia scuola di Cape di Pezza TM non si sarebbe mai potuto affrontare in nessun modo, né scientifico, né filosofico, senza creare un vespaio.
Ma, d'altronde, il mio esame di Maturità ormai otto anni fa - Dio, come mi sento vecchia! - è diventato universalmente noto come l'esame del tema sugli UFO, quindi...

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9631
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 25 giugno 2018, 13:40

Rodelinda ha scritto:
venerdì 22 giugno 2018, 14:18
.......
..................................
........... il mio esame di Maturità ormai otto anni fa - Dio, come mi sento vecchia!..................
Se ti senti vecchia tu che lo hai fatto 8 anni fa io e gli altri che li abbiamo fatti qualche :oops: annetto prima come ci dovremmo sentire?
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

davide451
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 52
Iscritto il: sabato 25 novembre 2017, 18:24
La mia penna preferita: Parker 75
Il mio inchiostro preferito: Parker blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da davide451 » lunedì 25 giugno 2018, 14:15

Due minime considerazioni.
Io ho fatto la maturità più di 40 anni fa (Rodelinda, per favore…). All'epoca ci spiegavano chiaramente che il tema era di italiano, non di filosofia, genetica, botanica, storia e quant'altro. L'argomento era pressoché irrilevante, occorreva solo avere un pensiero, giusto o sbagliato era indifferente, ed esporlo in modo canonico con tutte le regole della grammatica e della sintassi, con la consecutio temporum corretta ed adeguate frase secondarie e via dicendo. La fregatura è nel nome dell'esame "di maturità" che fa pensare alla necessità di esporre concetti profondi, mentre, almeno ai tempi miei, era importante solo la forma e non il contenuto.
Seconda considerazione, non occorre essere biologi per avere una propria idea, magari incompleta o in divenire, sulla clonazione, e questo ovviamente vale anche per altri ambiti, perchè abbiamo più livelli di trattazione e conoscenza. Già Platone, e molti dopo di lui, scrivevano su un doppio livello, per iniziati o esoterico e divulgativo, per i comuni mortali come me. A volte addirittura trattare un argomento che non conosciamo e che non maneggiamo ciò permette di tirare fuori pensieri e riflessione che sono relativi più a noi, personali, che non all'argomento stesso e forse esprimono meglio la famosa maturità.
Chi ne avesse voglia potrebbe andarsi a rileggere le pagine di Pirsig, nel celeberrimo "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" : l'Autore, professore al college di letteratura dà per tema la descrizione della cittadina che ospita la scuola. Ad una ragazza che lamenta di non avere nulla da dire riduce l'argomento prima alla descrizione della via della scuola, poi del fabbricato e poi dell'ingresso e finalmente, con la ragazza frustratissima, di un singolo mattone. A questo punto la allieva comprende che non deve parlare veramente del mattone ma di sè, si sblocca e compone il tema.
Scusate la lungaggine e ciao a tutti. Davide

marilua
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 429
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2016, 15:23
La mia penna preferita: in questo momento Aurora 98
Il mio inchiostro preferito: waterman Havane
Misura preferita del pennino: Fine
Località: dintorni di Piacenza
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da marilua » lunedì 25 giugno 2018, 16:47

davide451 ha scritto:
lunedì 25 giugno 2018, 14:15
Due minime considerazioni.
Io ho fatto la maturità più di 40 anni fa (Rodelinda, per favore…). All'epoca ci spiegavano chiaramente che il tema era di italiano, non di filosofia, genetica, botanica, storia e quant'altro. L'argomento era pressoché irrilevante, occorreva solo avere un pensiero, giusto o sbagliato era indifferente, ed esporlo in modo canonico con tutte le regole della grammatica e della sintassi, con la consecutio temporum corretta ed adeguate frase secondarie e via dicendo. La fregatura è nel nome dell'esame "di maturità" che fa pensare alla necessità di esporre concetti profondi, mentre, almeno ai tempi miei, era importante solo la forma e non il contenuto.
Seconda considerazione, non occorre essere biologi per avere una propria idea, magari incompleta o in divenire, sulla clonazione, e questo ovviamente vale anche per altri ambiti, perchè abbiamo più livelli di trattazione e conoscenza. Già Platone, e molti dopo di lui, scrivevano su un doppio livello, per iniziati o esoterico e divulgativo, per i comuni mortali come me. A volte addirittura trattare un argomento che non conosciamo e che non maneggiamo ciò permette di tirare fuori pensieri e riflessione che sono relativi più a noi, personali, che non all'argomento stesso e forse esprimono meglio la famosa maturità.
Chi ne avesse voglia potrebbe andarsi a rileggere le pagine di Pirsig, nel celeberrimo "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" : l'Autore, professore al college di letteratura dà per tema la descrizione della cittadina che ospita la scuola. Ad una ragazza che lamenta di non avere nulla da dire riduce l'argomento prima alla descrizione della via della scuola, poi del fabbricato e poi dell'ingresso e finalmente, con la ragazza frustratissima, di un singolo mattone. A questo punto la allieva comprende che non deve parlare veramente del mattone ma di sè, si sblocca e compone il tema.
Scusate la lungaggine e ciao a tutti. Davide
Mi associo a quanto hai detto :thumbup: ormai sono passati 40 anni anche per me, tutto è cambiato, mio marito oggi commentando i messaggi vocali che mi ha inviato mia nipote sulla terza prova diceva "ma io l'esame non so se l'avrei superato". Io non so, è interessante questo spaziare su argomenti così vasti, ma richiede molta maturità per non venirsene fuori con luoghi comuni.
Io oggi sono molto coinvolta, perché la piccola (per me è sempre tale) continua ad appoggiarsi chiedendomi pareri …., salvo poi decidere lei cosa fare come ha giustamente fatto con la tesina, a detta dei prof, della sorella maggiore e mia abbastanza rischiosa. Sono curiosa di sapere come la valuteranno all'esame, ma comunque è lei la protagonista e si è assunta le sue responsabilità.
Intanto oggi mi ha coinvolta in un'analisi del libro " Il giardino dei Finzi Contini" :o che il suo prof, membro interno della commissione d'esame, le aveva dato da leggere, cosa che non è riuscita a fare e che certamente sarà materia di interrogazione oltre la tesina.
Oddio l'ho letto una vita fa e ad oggi ricordo ben poco, meno male che c'è internet, non ho tempo di riprendere e rileggere il libro. Mi sembra quasi di ridare l'esame per la quarta volta (la mia e quelle dei miei nipoti). :roll:

P.S.: Bellissimo "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta"
carpe diem tempus fugit

Avatar utente
ASTROLUX
Levetta
Levetta
Messaggi: 665
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da ASTROLUX » mercoledì 27 giugno 2018, 14:18

Rodelinda ha scritto:
venerdì 22 giugno 2018, 14:18

Il tema sulla clonazione è il classico tema che nella mia scuola di Cape di Pezza TM non si sarebbe mai potuto affrontare in nessun modo, né scientifico, né filosofico, senza creare un vespaio.
Ma, d'altronde, il mio esame di Maturità ormai otto anni fa - Dio, come mi sento vecchia! - è diventato universalmente noto come l'esame del tema sugli UFO, quindi...
Ecco, se tu ti senti vecchia dopo 8 anni dalla maturità, io vado a propormi al museo come reperto. :roll:

Comunque a parziale risarcimento per i miei due anni di elementari dalle Cape di Pezza, avrei fatto apposta quello sulla clonazione.

Gian05
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2018, 11:46
Misura preferita del pennino: Fine

Le tracce della maturità 2018

Messaggio da Gian05 » giovedì 23 agosto 2018, 3:06

Essondomi diplomato da poco, posso dire di aver seto la traccia del saggio storico politico sulla propaganda. L'analisi del testo essendo una prosa ed avendo letto il libro 2 anni fa, grazie alla prof, era facile ma preferivo qualcosa che mi potesse appassionare. L'indecisione era tra questo saggio breve o articolo di giornale e il tema d'argomento generale sulla costituzione.

Rispondi