Amen

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
Rispondi
Avatar utente
Bons
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Oggi Pelikan M205 weiß con...
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Aquamarine
Località: Ho attraversato l'Alto Adige
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da Bons » giovedì 19 aprile 2018, 11:32

intinzióne s. f. [dal lat. tardo, eccles., intinctio -onis, der. di intingĕre «intingere»]. – Nella liturgia latina, l’atto di intingere l’ostia nel calice del vino consacrato, per la comunione dei concelebranti nella messa concelebrata, o anche dei fedeli, nei casi in cui sia prevista la comunione per intinzione. [ http://www.treccani.it/vocabolario/intinzione/ ]

:think:

Quindi con l'espressione "pennino da intinzione" si intende qualcosa del tipo "pennino per uso eucaristico"? :twisted: ;) :angel:


Ciao
Angelo

Avatar utente
HoodedNib
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da HoodedNib » giovedì 19 aprile 2018, 11:41

Un discorso "sacro" fatto da un "Angelo" sui pennini sacramentali ha tutto un altro significato... e non pensavo di avere tutto questo sacrame in giro per casa

valerio50
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 273
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 14:22
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Parma
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da valerio50 » giovedì 19 aprile 2018, 23:24

Più prosaicamente avete mai intinto il biscotto nel cappuccino ?
Valerio

Avatar utente
Bons
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Oggi Pelikan M205 weiß con...
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Aquamarine
Località: Ho attraversato l'Alto Adige
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da Bons » venerdì 20 aprile 2018, 16:53

Capita, è capitato, capiterà di intingere qualcosa in qualcos'altro: si tratta di un'azione assolutamente normale e quotidiana.

Il sostantivo Intizione, però, mi risulta esistere, nella lingua italiana, solo ed esclusivamente nell'accezione che ho riportato nel primo messaggio.

Ciao
Angelo

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9183
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da maxpop 55 » venerdì 20 aprile 2018, 16:59

valerio50 ha scritto:
giovedì 19 aprile 2018, 23:24
Più prosaicamente avete mai intinto il biscotto nel cappuccino ?
Valerio
Veramente io il biscotto lo inzuppo nel cappuccino.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Scriptor
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 20 febbraio 2018, 9:34
La mia penna preferita: Quella che uso al momento
Il mio inchiostro preferito: Quello nella penna preferita
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da Scriptor » venerdì 20 aprile 2018, 22:12

Bons ha scritto:
venerdì 20 aprile 2018, 16:53
Il sostantivo Intizione, però, mi risulta esistere, nella lingua italiana, solo ed esclusivamente nell'accezione che ho riportato nel primo messaggio.
Perché, il rullo da imbianchino (o il pennello) non s'intinge nella vernice? O il pennello da pittore nei colori sulla tavolozza? O nell'acqua, per ripulirlo? :) E come chiameresti l'atto d'intingere il pennello nella vernice, sentiamo: intinteggiamento? :D

Piuttosto, è l'intinzione nell'accezione cattolica che mi sembra avere un significato quanto mai insolito e in ogni caso del tutto desueto...

Ciao! ;)

Avatar utente
Bons
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Oggi Pelikan M205 weiß con...
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Aquamarine
Località: Ho attraversato l'Alto Adige
Sesso: Uomo

Amen

Messaggio da Bons » sabato 21 aprile 2018, 11:17

Scriptor ha scritto:
venerdì 20 aprile 2018, 22:12
Perché, il rullo da imbianchino (o il pennello) non s'intinge nella vernice? O il pennello da pittore nei colori sulla tavolozza? O nell'acqua, per ripulirlo? :) E come chiameresti l'atto d'intingere il pennello nella vernice, sentiamo: intinteggiamento? :D

Piuttosto, è l'intinzione nell'accezione cattolica che mi sembra avere un significato quanto mai insolito e in ogni caso del tutto desueto...
Se potrei decidessi io ma però a me mi anno inparato che litagliano he cosi. ;)

Il pennello (o anche il pennino, il pezzo di pane, eccetera...) si intinge o è intinto.
Per esempio: ho provato la penna xyz intingendone il pennino nell'inchiostro abc.


Ite, missa est.
Angelo :angel:

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 969
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato
Sesso: Non Specificato

Amen

Messaggio da courthand » sabato 21 aprile 2018, 13:47

In effetti volendo indicare l'atto dell'intingere sarebbe forse più corretto usare il termine "intingimento" ...
Bene qui latuit bene vixit

Rispondi