Che libro state leggendo?

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
angritti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 156
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 9:24
La mia penna preferita: Pelikan (tutte)
Il mio inchiostro preferito: Eclat de Saphir
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alzate Brianza - Venezia
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da angritti » lunedì 6 agosto 2018, 14:18

È estate quindi letture fresche e riposanti Guareschi con il suo Zibaldino ed in contemporanea Mondo piccolo (Don Camillo per chi non lo conoscesse).

Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 296
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da Polemarco » lunedì 6 agosto 2018, 18:13

Io sto rileggendo, dopo il lavoro, "La guerra civile ateniese" di Luciano Canfora.
E' ambientato nell' Atene del 404 a.c..

Lo leggo in terrazza, normalmente al calare del sole, su una comoda sedia con accanto un mezzo bicchiere (non un calice, un vero bicchiere da osteria) di vino bianco ghiacciato e il telefono cellulare che, grazie a Dio, in questi giorni si è acquietato.

La cosa che mi ha più stupito, e ancora oggi mi stupisce, è la rivisitazione ragionata e documentata di personaggi quali Pericle (citato come antefatto storico), Socrate, Platone, Senofonte e Aristotele (che è chiaramente successivo al periodo in esame, ma è qui ricordato e studiato per il suo testo sulla politica ateniese).

Avevo imparato, al liceo classico, ad amarli.
Erano i Penati della mia (si fa per dire) cultura classica.

Ora sono più critico.
Pericle è rappresentato da Canfora come un demagogo.
Socrate potrebbe aver davvero meritato la fama di cattivo maestro che poi lo ha costretto a bere la cicuta .
Platone collabora con il governo dei trenta tiranni (lo scrive di suo pugno) anche se prosegue affermando che quel torno di tempo gli avrebbe fatto apparire come oro la demagogia periclea.
Senofonte che, con i diecimila da Cunassa a Trapezunte (ricorderete il trionfale e commovente "mare, mare") mi aveva sempre emozionato, non ne esce fuori bene: un oligarca, filospartano e pure cattivo (tanto da dover allontanare da sè ogni sospetto, dando la colpa degli eccidi prima a Crizia e poi a un altro ipparco, suo collega di scorribande)

Aristotele, che è sempre stato il mio preferito per la sua profonda razionalità, sembra un "borghese benpensante" (badate che ritengo non ci sia alcun male a essere un borghese benpensante, ma non lo avevo mai considerato così).

In breve, per concludere, con un quanto mai giusto "calando" per sterilizzare le citazioni "dotte" sopra stese a iosa, mi sembra di essere Fantozzi che, dopo aver passato notti insonni su testi marxisti, urla disperato:
"Ma allora mi hanno sempre preso per il ...".
Cordialità

Polemarco (a proposito, il nickname viene dritto dritto da Platone)

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2175
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da Maruska » lunedì 6 agosto 2018, 19:05

Polemarco, non so quanti anni tu abbia, ma se io mi mettessi in terrazza con un bicchiere di vino che sto bevendo, a leggere, dopo cinque minuti mi addormenterei
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 296
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da Polemarco » lunedì 6 agosto 2018, 19:31

Maruska ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 19:05
Polemarco, non so quanti anni tu abbia, ma se io mi mettessi in terrazza con un bicchiere di vino che sto bevendo, a leggere, dopo cinque minuti mi addormenterei
:lol: :clap:

Di anni ne ho 60.
Ma più che vecchio, sono proprio antico.
Ci sono giovani dentro.
Io sono antico dentro.
Polemarco
P.S.
Se ho lavorato tutto il giorno a pieno ritmo (sto parlando di me e non di altri) non mi addormento facilmente.
Mi devo rilassare, facendo cose a me gradite.

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2175
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da Maruska » lunedì 6 agosto 2018, 20:01

Polemarco ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 19:31
Maruska ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 19:05
Polemarco, non so quanti anni tu abbia, ma se io mi mettessi in terrazza con un bicchiere di vino che sto bevendo, a leggere, dopo cinque minuti mi addormenterei
:lol: :clap:

Di anni ne ho 60.
Ma più che vecchio, sono proprio antico.
Ci sono giovani dentro.
Io sono antico dentro.
Polemarco
P.S.
Se ho lavorato tutto il giorno a pieno ritmo (sto parlando di me e non di altri) non mi addormento facilmente.
Mi devo rilassare, facendo cose a me gradite.
Allora complimenti, io sono un poco più giovane, ma il quel caso crollerei proprio.
Capisco cosa intendi per antico dentro... io potrei essere tua nonna :lol:
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
stanzarichi
Levetta
Levetta
Messaggi: 532
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2015, 10:04
La mia penna preferita: Montblanc 149 F
Località: Modena
Sesso:

Che libro state leggendo?

Messaggio da stanzarichi » lunedì 6 agosto 2018, 20:23

In vista di un (troppo) breve periodo di ferie ho in programma due letture sufficientemente disimpegnate :)
Allegati
1AEDD49B-D8C5-4520-987A-F4BF3EBE84B2.jpeg
Riccardo

Avatar utente
Darkizz89
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 478
Iscritto il: giovedì 23 gennaio 2014, 14:58
La mia penna preferita: Quella Parker 51 nera...
Il mio inchiostro preferito: Quel KWZInk I-G Green #3!
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it 霊気: 089
Località: Oristano, Sardegna
Sesso:
Contatta:

Che libro state leggendo?

Messaggio da Darkizz89 » giovedì 9 agosto 2018, 0:48

stanzarichi ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 20:23
In vista di un (troppo) breve periodo di ferie ho in programma due letture sufficientemente disimpegnate :)
Saranno disimpegnate, ma sono letture di lusso per gli amanti della palla a spicchi: Eleven Rings è in lista da parecchio tempo, e a breve mi toccherà leggerlo! :D

Letture meno leggere mi aspettano, per quanto estremamente soddisfacenti.
Ho appena terminato con grande entusiasmo Se una notte d'inverno un viaggiatore di Italo Calvino: lo paragonerei a un meraviglioso paesaggio scorto da una finestra... che in realtà è dipinta con lo stile del trompe l'oeil! Labirintico sì, ma estremamente evocativo.

Oltre a decine di piani di studi e libri tecnici, destinazioni obbligate in vista dell'imminente test di ammissione all'Università, ho deciso di affrontare uno dei libri che più mi ha affascinato per fama e per trama: I Fratelli Karamazov, di -devo veramente usare un solo aggettivo per descriverlo?- Fedor Dostoevskij.

Qualche tempo addietro tentai la lettura del tomo, ma in edizione parecchio antiquata: la traduzione non era tra le migliori, e risentiva del passare del tempo, appesantendo la lettura.
Dopo aver ovviato al problema, posso gustarmi in tranquillità (relativa) uno dei pilastri della letteratura russa ottocentesca!
Iacopo

I Trenta Tiranni: di tutto un po'

"Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro l'inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire." (M. Yourcenar, Memorie di Adriano)
Immagine

Rispondi