Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
fabbale09
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 411
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da fabbale09 » mercoledì 21 febbraio 2018, 16:28

Monet63 ha scritto:
martedì 20 febbraio 2018, 23:34
Una stilografica senza inchiostro e senza carta è una stilografica sola e triste.
:clap: :clap: :clap:

Inchiostrate Gente....Inchiostrate.....
Le stilografiche sono nate per scrivere in special modo le vintage !!!!
Trovatevi magari un "portasigari" anche usato economico da 3/4 posti; caricate le stilografiche con diversi colori e magari tenete sempre a portata di mano una biro.
Questa è la mia idea e condivido in pieno quanto sopra scritto
Allegati
IMG_0319.jpg
IMG_0320.jpg

Marioegnazio
Converter
Converter
Messaggi: 19
Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2017, 18:22
La mia penna preferita: Parker
Il mio inchiostro preferito: Pelikan
Misura preferita del pennino: Medio

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da Marioegnazio » mercoledì 21 febbraio 2018, 16:31

Ringrazio tutti per le vostre risposte, penso che col tempo alternerò le mie cinque e quando me la sentirò utilizzerò di tanto in tanto con premura quelle di mio padre.
Buona scrittura a tutti voi.

Avatar utente
lucamala
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 30
Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 12:28
La mia penna preferita: Oggi, Visconti Rembrandt...
Il mio inchiostro preferito: Stipula Rosso Fiorentino
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bologna
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da lucamala » mercoledì 21 febbraio 2018, 16:58

Ogni mia penna, almeno una volta, l'ho inchiostrata e usata, anche se per poco.
C'è da dire con non ho pezzi vintage, sono tutte moderne e, da parecchi anni, non compro edizioni speciali in tiratura limitata (sia per una questione di budget, sia per un interesse maggiore verso le edizioni di serie).
Ma ognuno di noi ha fatto qualche pazzia di gioventù. La mia è stata una Visconti Duomo di Modena (qui https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=72&t=10338 una presentazione di Stanzarichi con belle foto), che non ho mai avuto l'ardire di caricare e che era troppo preziosa per portarsela appresso. Però quel pennino era troppo bello e invitante... così ho comprato anche una Midnight Voyager, che monta lo stesso pennino (pur rimanendo su una fascia di prezzo decisamente inferiore), e questa mi ha dato parecchie soddisfazioni (in uso anche in questo momento, caricata con un Rosso Ematite J. Herbin 1670).
Ciao! Luca

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 195
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da ricart » mercoledì 21 febbraio 2018, 17:13

Marioegnazio ha scritto:
mercoledì 21 febbraio 2018, 16:31
Ringrazio tutti per le vostre risposte, penso che col tempo alternerò le mie cinque e quando me la sentirò utilizzerò di tanto in tanto con premura quelle di mio padre.
Buona scrittura a tutti voi.
Penso che tu le debba usare assolutamente se non altro per ravvivare la memoria di chi non è più presente.

Agli altri : ma come fate a rinunciare al piacere di scrivere con un pennino flessibile di un tempo che fu solo per tenere la penna intonsa? Io non ci riesco.
Mandi da Ricart

Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 299
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da Polemarco » mercoledì 21 febbraio 2018, 19:45

Scusate ma quante penne avete in rotazione e con che frequenza di cambio ?
Mi spiego, io scrivo prevalentemente al computer; uso la stilografica per brevi appunti (passaggi logici, estremi da ricordare etc.) su un quaderno accanto al computer.
Questo significa che non posso inchiostrare più di quattro o cinque penne a meno di non voler superare l'anno per dare il cambio.
C'è poi il problema dell'inchiostro.
Mi piacciono i verdi e i rossi (nelle varie tonalità) e non so (o meglio lo so...) i problemi che potrebbero dare alle stilografiche di maggior pregio.

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Varese
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da Giotto » mercoledì 21 febbraio 2018, 21:46

Monet63 ha scritto:
martedì 20 febbraio 2018, 23:34
Una stilografica senza inchiostro e senza carta è una stilografica sola e triste.
... poeta!
jebstuart ha scritto:
mercoledì 21 febbraio 2018, 1:33
Argomento controverso.
Personalmente mi guardo bene dall'usare una penna vintage trovata NOS o mai inchiostrata, conservandola come tale con intento storico-documentativo.
Uso invece tranquillamente quelle di nuova produzione o le vintage usate.
Se avessi esemplari intonsi di penne non più in produzione mi comporterei esattamente come te.

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da Orsobruno56 » mercoledì 21 febbraio 2018, 22:19

Ogni penna ha una sua personalità . Se uno non le usa non le potrà mai capire, amare o odiare. Tutte le penne vanno utilizzate e a rotazione. Sono fedeli ed hanno il compito di accompagnarci ed a volte di consolarci.
✒️🖋✒️🖋✒️🖋💛

Avatar utente
stanzarichi
Levetta
Levetta
Messaggi: 532
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2015, 10:04
La mia penna preferita: Montblanc 149 F
Località: Modena
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da stanzarichi » giovedì 22 febbraio 2018, 7:53

lucamala ha scritto:
mercoledì 21 febbraio 2018, 16:58
La mia è stata una Visconti Duomo di Modena (qui https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=72&t=10338 una presentazione di Stanzarichi con belle foto), che non ho mai avuto l'ardire di caricare e che era troppo preziosa per portarsela appresso.
Ti ringrazio per i complimenti e mi permetto un consiglio: a meno che tu non abbia intenzione, in futuro, di rivenderla, usala. Ha un pennino, il mio è un F, che è di una morbidezza fantastica! :)
Riccardo

Avatar utente
Sergjei
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1047
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 11:49
Il mio inchiostro preferito: Al momento Marrone
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 017
Località: Roma
Sesso:
Contatta:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da Sergjei » giovedì 22 febbraio 2018, 12:35

Polemarco ha scritto:
mercoledì 21 febbraio 2018, 19:45
Scusate ma quante penne avete in rotazione e con che frequenza di cambio ?
................
Al momento credo di essere giunto ad una 80ina ......ne ho due fisse sulla scrivania cariche una rossa ed una viola
poi nella tasca interna della giacca ne porto sempre una o due caricate (ora) con Aquamarine e Smoky Quartz
Ovviamente non riesco a usarle tutte e 80 (alcune non mi danno molta soddisfazione) ma le alterno in base all'estro del momento
Scrivo poco a penna e molto al PC .....
Sergio

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9633
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 22 febbraio 2018, 13:45

Prima di riporle le controllo tutte anche se solo con acqua, con me ne ho sempre 2 o 4 a rotazione caricate con nero, blu-royal/nero (mia miscela) , verde/blu-royal/Nero (mia miscela) e rosso/nero (mia miscela).
Sulla scrivania a rotazione: una caricata una caricata verde scuro, una verde-blu, una rossa, una blu-royal e due col nero.
Ci sono alcune che non inchiostro, o perchè particolarmente rare o perchè mai inchiostrate, di quest'ultime al 99% ho doppioni.
Ultima modifica di maxpop 55 il giovedì 22 febbraio 2018, 18:57, modificato 1 volta in totale.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

unostudente
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 37
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2018, 22:07
La mia penna preferita: tutte quelle in mio possesso
Il mio inchiostro preferito: waterman nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: italia
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da unostudente » giovedì 22 febbraio 2018, 18:45

personalmente uso le mie stilografiche a turno, prevalentemente perché mi annoia usare sempre la stessa penna

Avatar utente
lucamala
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 30
Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 12:28
La mia penna preferita: Oggi, Visconti Rembrandt...
Il mio inchiostro preferito: Stipula Rosso Fiorentino
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bologna
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da lucamala » giovedì 22 febbraio 2018, 20:11

stanzarichi ha scritto:
giovedì 22 febbraio 2018, 7:53

Ti ringrazio per i complimenti e mi permetto un consiglio: a meno che tu non abbia intenzione, in futuro, di rivenderla, usala. Ha un pennino, il mio è un F, che è di una morbidezza fantastica! :)
Oh, no, non ho intenzione di venderla... non posso che seguire il consiglio, d'accordo... la metterò in uso! (E adesso, il gusto di decidere con quale inchiostro...) ;)

Avatar utente
lucamala
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 30
Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 12:28
La mia penna preferita: Oggi, Visconti Rembrandt...
Il mio inchiostro preferito: Stipula Rosso Fiorentino
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bologna
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da lucamala » giovedì 22 febbraio 2018, 20:18

Polemarco ha scritto:
mercoledì 21 febbraio 2018, 19:45
Scusate ma quante penne avete in rotazione e con che frequenza di cambio ?
Tempo fa tenevo in uso una o due penne per volta, ma poi ero sempre lì a cambiare inchiostro e penna. Ho cambiato strategia, adesso ne ho una dozzina in uso, caricate con vari colori (nero, grigio, qualche blu, turchese, due rossi, un arancione, marrone, verde oliva). :)

Avatar utente
stanzarichi
Levetta
Levetta
Messaggi: 532
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2015, 10:04
La mia penna preferita: Montblanc 149 F
Località: Modena
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da stanzarichi » giovedì 22 febbraio 2018, 20:24

lucamala ha scritto:
giovedì 22 febbraio 2018, 20:11
Oh, no, non ho intenzione di venderla... non posso che seguire il consiglio, d'accordo... la metterò in uso! (E adesso, il gusto di decidere con quale inchiostro...) ;)
A me ha dato soddisfazione caricarla con lo yamabudo di pilot :)
Riccardo

Avatar utente
lucamala
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 30
Iscritto il: venerdì 27 ottobre 2017, 12:28
La mia penna preferita: Oggi, Visconti Rembrandt...
Il mio inchiostro preferito: Stipula Rosso Fiorentino
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bologna
Sesso:

Stilografiche, penne da utilizzo e da collezione senza uso come vi comportate?

Messaggio da lucamala » giovedì 22 febbraio 2018, 21:56

stanzarichi ha scritto:
giovedì 22 febbraio 2018, 20:24
A me ha dato soddisfazione caricarla con lo yamabudo di pilot :)
Bel colore! Dà problemi di incrostazioni? (Mai provato i Pilot Iroshizuku.)

Rispondi