Scrittori e cancelleria

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
Rispondi
boro
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: martedì 8 marzo 2016, 15:29
Sesso: Non Specificato

Scrittori e cancelleria

Messaggio da boro » giovedì 16 novembre 2017, 18:50


aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 166
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Scrittori e cancelleria

Messaggio da aleck » giovedì 16 novembre 2017, 19:14

E' un articolo molto interessante oltre che ben scritto. Fila che è una bellezza e oltre a soddisfare simpatiche curiosità offre molti spunti di riflessione. L'importanza dello "strumento" è spesso sottovalutata. Non è il valore o il prestigio in sè, quanto la sua capacità di appagarci e "suggestionarci" a rendere lo strumento fondamentale nel processo creativo. Visto da fuori può sembrare un vezzo, ma non è superfluo. L'importante non è lo strumento scelto ma la scelta dello strumento.

In ogni caso son contento di veder citato Simenon: oltre ad essere uno degli scrittori più prolifici del secolo passato, oltre ad essere uno dei pochi casi in cui quantità di cartelle prodotte, obblighi editoriali e qualità dell'opera son riusciti a trovare un punto di unione, è in assoluto è uno dei miei scrittori preferiti. Ho sempre apprezzato del suo stile, soprattutto dei "romanzi duri", l'efficace sinteticità, una capacità di dipingere con poche parole ben pesate ambienti, personaggi e situazioni. L'articolo è una piacevole conferma della sua ricerca di uno stile asciutto ed funzionale.

Grazie per la segnalazione!

Avatar utente
Miata
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Violet
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Sesso: Donna

Scrittori e cancelleria

Messaggio da Miata » giovedì 16 novembre 2017, 20:14

Articolo simpatico, anche se avrei gradito che l'autore avesse citato qualche fonte da cui ha tratto notizie tanto particolareggiate.

p.s. Sinceramente non conoscevo Alcide Pierantozzi, e dover scoprire da lui stesso che ha "già scritto due libri al computer" e che Percival Everett addirittura gli confessi delle cose mi fa un po' sorridere... :roll:
Florinda


"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 336
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Scrittori e cancelleria

Messaggio da AinNithael » giovedì 16 novembre 2017, 20:19

Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 336
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Scrittori e cancelleria

Messaggio da AinNithael » giovedì 16 novembre 2017, 20:22

MiataJPS ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:14
Articolo simpatico, anche se avrei gradito che l'autore avesse citato qualche fonte da cui ha tratto notizie tanto particolareggiate.

p.s. Sinceramente non conoscevo Alcide Pierantozzi, e dover scoprire da lui stesso che ha "già scritto due libri al computer" e che Percival Everett addirittura gli confessi delle cose mi fa un po' sorridere... :roll:
Concordo su tutto.

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 336
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Scrittori e cancelleria

Messaggio da AinNithael » giovedì 16 novembre 2017, 20:26

AinNithael ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:19
Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?
Correggo. I prezzi ( in dollari) sul sito aziendale sono più bassi.

Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 184
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso: Uomo

Scrittori e cancelleria

Messaggio da Polemarco » giovedì 16 novembre 2017, 20:35

AinNithael ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:19
Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?

Si trovano nel sito di una nota cartoleria-tipografia milanese a 24 - 29 Euro.
Ma sono marchiate Palomino come quelle che costano 45 Euro la dozzina in "amazzonia".
Non so in cosa esattamente si distinguano dalle (vintage) Eberhard Faber Blackwing 602 che dovrebbero essere quelle citate nell'articolo e costano molto di più !
Polemarco

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 336
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Scrittori e cancelleria

Messaggio da AinNithael » giovedì 16 novembre 2017, 20:46

Polemarco ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:35
AinNithael ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:19
Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?

Si trovano nel sito di una nota cartoleria-tipografia milanese a 24 - 29 Euro.
Ma sono marchiate Palomino come quelle che costano 45 Euro la dozzina in "amazzonia".
Non so in cosa esattamente si distinguano dalle (vintage) Eberhard Faber Blackwing 602 che dovrebbero essere quelle citate nell'articolo e costano molto di più !
Polemarco
Ho leggiucchiato nel sito aziendale. La produzione interrotta originale fu ripresa dalla Palomino, nel sito ovviamente se ne scrive come di una continuazione senza variazioni. Quien sabe?

Avatar utente
shinken
Levetta
Levetta
Messaggi: 594
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF, Platinum 3776UEF
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso: Uomo
Contatta:

Scrittori e cancelleria

Messaggio da shinken » giovedì 16 novembre 2017, 22:03

Polemarco ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:35
Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?
Cos' hanno di così particolare queste matite per costare più di 3 euro l' una?
E poi che durezza hanno?
Sono curioso
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 184
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso: Uomo

Scrittori e cancelleria

Messaggio da Polemarco » giovedì 16 novembre 2017, 22:59

shinken ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 22:03
Polemarco ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 20:35
Sono andata in amazzonia a vedere le matite citate più volte. QUARANTACINQUE EURO la dozzina?! :o E io uso Derwent, Faber castell ecc. Cosa hanno di particolare le Blackwing 602? La spocchia o qualcosa di più concreto?
Cos' hanno di così particolare queste matite per costare più di 3 euro l' una?
E poi che durezza hanno?
Sono curioso
Dicono:
Legno di cedro
Grafite giapponese.
Intrigante la gomma da cancellare.
Se ci aggiungi un salvapunta in metallo ...
Polemarco

Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 184
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso: Uomo

Scrittori e cancelleria

Messaggio da Polemarco » giovedì 16 novembre 2017, 23:10

Prova a vedere quanto costa una Matita UFO EXTENDER con allungalapis (con temperamatite) della Faber Castell.
Ha un suo fascino, d'antan.

Non vorrei innalzare un peana alla matita ma ha un che di "non detto", di intimo ...

Polemarco.

Rispondi