Pagina 1 di 1

Dalla scatola dei ricordi

Inviato: domenica 1 luglio 2018, 15:41
da edo68
Mi scuso in anticipo, so' che in forum di appassionati delle penne stilografiche non si dovrebbe fare, ma credo che nella nostra scatola di ricordi ci siano alcuni strumenti di scrittura/disegno che hanno lasciato dei ricordi sulle nostre spalle, o almeno su quelle di chi li ha usati.
I graphos della Pelikan, la nascita del graphos con pennini intercambiabili dovrebbe essere intorno al 1930.
_DSC5327.jpg
_DSC5329.jpg
La difficoltà di tenere puliti i pennini, ma soprattutto la scarsa quantità di inchiostro che può contenere il pennino, fa maturare la nascita del rapidografo, qui il suo predecessore proposto dalla ditta Vittorio Martini, set completo di pennini e "Cannuccia dedicata"
_DSC5385.jpg
_DSC5383.jpg
_DSC5384.jpg
ma esistevano anche pennini da inserire nelle classiche "cannucce" che si usano ancora oggi per i pennini da intinzione.
_DSC5381.jpg
Intorno al 1950 (prima a serbatoio e poi nelle versioni più recenti con cartuccia rimovibile) nasce il rapidografo.
_DSC5386.jpg
_DSC5387.jpg
_DSC5333.jpg
Qui mi riallineo a quello che è l'interesse del forum, un set da studio con doppio calamaio (con bicchierino amovibile) e il classico stiloforo con pennino Omas Extra.
24.jpg

Buona serata a tutti

Edo

Dalla scatola dei ricordi

Inviato: lunedì 2 luglio 2018, 0:10
da Ottorino
Babbo geometra del secolo scorso: mi ha lasciato usare il Graphos e anche quei serbatoini Martini.
Il Graphos si puliva, quei serbatoi invece ....

Dalla scatola dei ricordi

Inviato: lunedì 2 luglio 2018, 22:31
da edo68
Ottorino ha scritto:
lunedì 2 luglio 2018, 0:10
Babbo geometra del secolo scorso: mi ha lasciato usare il Graphos e anche quei serbatoini Martini.
Il Graphos si puliva, quei serbatoi invece ....
Ciao Ottorino
sulla pulizia del pennino il mio riferimento era durante l'uso, io riuscivo ad imbrattare tutto... ma questo è un altro discorso.
Concordo sui serbatoi Martini, un'impresa tenerli efficienti.

Buona serata

Edo