Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Note storiche sulle penne stilografiche e sui loro produttori. Aneddoti e curiosità.
Avatar utente
sussak
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da sussak » lunedì 27 maggio 2019, 14:14

Ricordo il nostro compianto professore di lettere, che, in quinta liceo, durante il compito in classe di latino, girava fra i banchi con una riga di plastica lunga un mt; se qualcuno tentava di copiare (mica tutti gli autori erano di immediata comprensione) gli arrivava una botta sul coppino ...
(io in latino ero bravo, ed una bestia in matematica; infatti andai ad ingegneria).
Ultima modifica di sussak il lunedì 27 maggio 2019, 14:32, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
AinNithael
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 859
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da AinNithael » lunedì 27 maggio 2019, 14:19

maxpop 55 ha scritto:
lunedì 27 maggio 2019, 13:50

Se puniscono uno studente devono stare attenti quando escono da scuola, corrono il rischio di essere menati.
E alle elementari non puoi punire in nessun modo altrimenti sei un aguzzino, non dico usare le mani perchè è ignobile, ma non hai più nessuna arma per far rigare dritto gli studenti.
Esatto. Nulla è più stressante a scuola di quello che nei momenti di massima esasperazione chiamo "genitorame".
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
sussak
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 175
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da sussak » lunedì 27 maggio 2019, 14:42

Il mio passatempo domenicale, con una moglie con il pollice verde, è andare tutte le sacrosante settimane in collina nell'OltrePo.
Poichè non posso bere vino, ho spiantato la vigna e l'ho trasformata in giardino; una fatica immane lavorare l'argilla, soprattutto ad una certa età.
Ho piantato alberi ed ho imparato subito che senza un buon tutore crescono inevitabilmente storti e non si raddrizzano più.
E' chiaro che il sistema scolastico attuale funziona male e, prima o poi vada riformanto.

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 932
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da analogico » lunedì 27 maggio 2019, 16:38

sussak ha scritto:
lunedì 27 maggio 2019, 14:42
................................
E' chiaro che il sistema scolastico attuale funziona male e, prima o poi vada riformanto.
Temo che in linea di massima sia il nostro sistema che funziona male, in generale.
La scuola pubblica ne è solo un aspetto, importante, ma che purtroppo non fa eccezione.
Riguardo le riforme, non so mai se auspicarle o sperare che non se ne parli nemmeno.
Dato il livello medio dei probabili riformatori, il rischio di peggioramento è altissimo.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3129
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da Phormula » lunedì 27 maggio 2019, 21:25

Coerente. Mio padre si ricorda che fino a metà circa degli anni 50 le biro, oltre a costare parecchio, non erano gran che. Dopo poco iniziavano a sbavare e spesso trafilavano inchiostro. Tant'è che a scuola non le usavano nemmeno quando si poteva. Il miglioramento (inchiostri e sfere) è arrivato verso la fine degli anni '50. E se pensate che realizzare la sfera per una biro sia banale, beh, fino a qualche anno fa la Cina le importava perché non disponeva del tipo di acciaio e della tecnologia.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Avatar utente
Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 473
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da Polemarco » lunedì 27 maggio 2019, 22:30

Io non sono un integralista: mi piace distinguere.

Ogni settimana mi capita di dover siglare una settantina di documenti in blocco (composti ciascuno, di norma, da non più di una pagina) in un tempo brevissimo, per ciascun documento non più di due o tre secondi, anche perchè la persona che li porta mi gira i fogli e rimane in attesa della fine per poterli "lavorare" al più presto.

Firmarli con una stilografica potrebbe comportare problemi perchè i documenti sottoscritti sono immediatamente impilati l'uno sull'altro e io non posso aspettare che l'inchiostro si asciughi su ognuno, per un minimo di necessario rispetto della persona che attende.
Allora uso una penna biro (di scorta).

Se io, proprio io, devo scrivere un documento e sottoscriverlo in un tempo ragionevole, o prendere appunti con calma, uso le mie stilografiche (normalmente una Aurora 88 e una Aurora 88 K Aquila).

La differenza gli altri l'hanno comunque capita, mi chiamano: "quello che usa la stilografica".

E quando tiro fuori la mia Aquila 88k o la mia Aurora 88, sorridono.

E vi dico anche questa, lavoro sempre con delle banche dati (mi sono fritto gli occhi con i monitor dei computer), ma quando prendo appunti, sebbene abbia un prodigio della scienza e della tecnica acceso davanti a me, uso sempre una stilografica, al più una matita.

Penso che sia una questione di stile, anzi di STILO.

Saluti

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11377
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 27 maggio 2019, 23:11

Polemarco ha scritto:
lunedì 27 maggio 2019, 22:30
........
..........
.............................
Penso che sia una questione di stile, anzi di STILO.

Saluti
:thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 374
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Il sorpasso: quando la biro prese il sopravvento

Messaggio da Giotto » lunedì 27 maggio 2019, 23:50

AinNithael ha scritto:
lunedì 27 maggio 2019, 14:19
Esatto. Nulla è più stressante a scuola di quello che nei momenti di massima esasperazione chiamo "genitorame".
La mela non cade lontano dall'albero.
A volte, conoscendo i genitori, ci si spiega il comportamento della prole.

Rispondi