identificazione e riparazione pelikan

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
malloni
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 26 dicembre 2014, 14:11
La mia penna preferita: la prossima
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Ancona

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da malloni » venerdì 16 gennaio 2015, 10:08

Ciao a tutti, ecco il mio primo post a richiedere aiuto.
Premetto che non sono esperto e quindi chiedo scusa in anticipo per l'approssimazione e per l'uso termini non precisi.
Ho acquistato una pelikan (in pessime condizioni) perché attratto dalle caratteristiche dell'alimentatore che ha i "canali" longitudinali al pennino. Leggendo infatti un post di Simone mi era rimasto impresso che questo tipo di alimentatore veniva utilizzato nelle pelikan degli anni 50, sostituiti da canali perpendicolari alla linea del pennino in seguito.
1^ domanda: come si smonta questo tipo di pennino? mi sembra di capire che non è avvitato, da ad incastro. Qual'è la tecnica migliore per smontarlo senza fare altri danni oltre quelli già presenti (un canale è rotto)?
2^ domanda: riuscite ad aiutarmi a capire il modello? A guardare la forma del fondello (a ogiva) escluderei la 400 e sono propenso a pensare che possa trattarsi di una 140. A meno che su questa penna non sia stato fatto un lavoro di patchwork tra più modelli.... A complicare il tutto c'è che manca il cappuccio...
3^ dopo averla lasciata a bagno alcuni giorni (con discreta fuoriuscita di inchiostro) ho tentanto di smontare il gruppo pistone (si dice cosi'?) svitando con delicatezza il fondello oltre il limite di quanto necessario per le operazioni di caricamento ma l'unica cosa che è uscita è il fondello stesso con il perno filettato, il resto è tutto ancora nel fusto. Devo passare per il pennino per smontare il tutto?

Allego le foto anche se la qualità è pessima... questa operazione mi è servita anche per capire che la macchina fotografica fa schifo o io non so fare le foto (probabile la seconda)..
Grazie a tutti dell'aiuto
Manlio
Allegati
IMG_0196.jpg
IMG_0196.jpg (1.03 MiB) Visto 1054 volte
IMG_0207.jpg
IMG_0207.jpg (665.88 KiB) Visto 1054 volte
IMG_0210.jpg
IMG_0210.jpg (745.61 KiB) Visto 1054 volte

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 11:09

E' una 140 con pennino in oro, prodotta negli anni a cavallo tra 50' e 60' ( penso 52-65 ).
Il pennino dovrebbe essere a frizione, quindi per smontarlo, piccolissimi e delicati giri a dx e sx e con movimenti di allontanamento delle parti, sempre delicatamente ; tutto questo dopo opportuni bagni in acqua. Francamente non ti so dire se sia opportuno l' uso del calore e qualcuno molto più autorevole di me ti saprà consigliare meglio.
Per il meccanismo a pistone che è un po' una rogna , ti dovrebbe essere utile questo link : viewtopic.php?f=12&t=5894.
Per il cappuccio,sulla baia si trovano,non tanti, ma qualcosa c' è.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

malloni
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 26 dicembre 2014, 14:11
La mia penna preferita: la prossima
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Ancona

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da malloni » venerdì 16 gennaio 2015, 11:14

Medicus ha scritto:E' una 140 con pennino in oro, prodotta negli anni a cavallo tra 50' e 60' ( penso 52-65 ).
Il pennino dovrebbe essere a frizione, quindi per smontarlo, piccolissimi e delicati giri a dx e sx e con movimenti di allontanamento delle parti, sempre delicatamente ; tutto questo dopo opportuni bagni in acqua. Francamente non ti so dire se sia opportuno l' uso del calore e qualcuno molto più autorevole di me ti saprà consigliare meglio.
Per il meccanismo a pistone che è un po' una rogna , ti dovrebbe essere utile questo link : viewtopic.php?f=12&t=5894.
Per il cappuccio,sulla baia si trovano,non tanti, ma qualcosa c' è.
Intanto grazie mille, proverò a usare tutta la delicatezza del caso e la tecnica che mi hai indicato. Poi passerò al pistone.
Per il cappuccio intendi venditori italiani o una ricerca "worldwide"?

Grazie
m

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 11:28

Meglio una ricerca "worldwide", ma considera anche i dazi doganali e comunque non è facile trovarlo!
Con pazienza dovresti trovarne una intera a prezzi più che ragionevoli. Anche una come pezzi di ricambio , ma non è facile lo stesso.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 11:35

Hai un MP.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7243
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Ottorino » venerdì 16 gennaio 2015, 12:38

.....oppure interpellare qualcuno qui o venire a Milano al prossimo pen show (febbraio non ricordo quando)
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

malloni
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 26 dicembre 2014, 14:11
La mia penna preferita: la prossima
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Ancona

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da malloni » venerdì 16 gennaio 2015, 13:48

Ottorino ha scritto:.....oppure interpellare qualcuno qui o venire a Milano al prossimo pen show (febbraio non ricordo quando)
infatti stavo aspettando di capire quando sarebbe stato il prossimo pen show.. è già stato messo a calendario?

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10238
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da piccardi » venerdì 16 gennaio 2015, 14:12

malloni ha scritto: infatti stavo aspettando di capire quando sarebbe stato il prossimo pen show.. è già stato messo a calendario?
Si è il 21 febbraio all'AC hotel vicino la stazione di Porta Garibaldi. La comunicazione ufficiale è in attesa di definire la possibilità di dare una data anche per Roma (che potrebbe/dovrebbe essere a Giugno. Ma quella di Milano è già sicura, confermata e inviata a livello internazionale.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 868
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Svizzera

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da kircher » venerdì 16 gennaio 2015, 14:50

Ma in che senso il pennino sarebbe a frizione? siete sicuri? i pennini avvitati si usavano solo sulle pelikan 400 in quel periodo?

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 15:44

kircher ha scritto:Ma in che senso il pennino sarebbe a frizione? siete sicuri? i pennini avvitati si usavano solo sulle pelikan 400 in quel periodo?
Anche io pensavo che i pennini Pelikan fossero tutti a vite, ma nella mia 140 è a frizione (e se no come faccio a cambiare le marce? :D )
Tutte le mie pelikan dalla 150 alla 400 passando per le 120 sono a vite tranne la 140.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 15:49

Ho cavolo mi sa che ho fatto un po' di confusione.
E' nella 400 che il pennino è a frizione, nelle altre è a vite.
Chiedo scusa e mi vado a ritirare in convento.
Giuro che questa è l' ultima versione dei fatti!
:oops: :oops: :oops:
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

malloni
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 26 dicembre 2014, 14:11
La mia penna preferita: la prossima
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Ancona

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da malloni » venerdì 16 gennaio 2015, 15:57

Medicus ha scritto:Ho cavolo mi sa che ho fatto un po' di confusione.
E' nella 400 che il pennino è a frizione, nelle altre è a vite.
Chiedo scusa e mi vado a ritirare in convento.
Giuro che questa è l' ultima versione dei fatti!
:oops: :oops: :oops:

:D :D
Quindi evito i movimenti di allontanamento e mi limito a forzare delicatamente per far girare il blocco pennino...
ehm.. si svita in senso antiorario come di consuetudine o qui vale il contrario?

Grazie
m

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1552
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da Medicus » venerdì 16 gennaio 2015, 15:59

malloni ha scritto:
:D :D
Quindi evito i movimenti di allontanamento e mi limito a forzare delicatamente per far girare il blocco pennino...
ehm.. si svita in senso antiorario come di consuetudine o qui vale il contrario?

Grazie
m
Aspetta , fammi guardare l 'orologio...un attimo, ci sono quasi......in senso antiorario!! :D
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

malloni
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 26 dicembre 2014, 14:11
La mia penna preferita: la prossima
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Ancona

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da malloni » venerdì 16 gennaio 2015, 16:04

grazie a tutti, vi terrò aggiornati sui danni che farò....

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1063
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

identificazione e riparazione pelikan

Messaggio da PeppePipes » venerdì 16 gennaio 2015, 17:56

Per quanto a mia conoscenza in quasi tutte le Pelikan il gruppo pennino/diffusore è contenuto in una boccola filettata che si avvita dentro il puntale, con una filettatura "normale", ovvero che si avvita girando in senso orario e si svita nel verso opposto. Molto spesso il suddetto tende a bloccarsi causa incrostazioni e spesso accade che ruotando pennino e diffusore per svitarli questi ruotino dentro la boccola e si sfilino.
Sotto un certo aspetto questo può essere persino un bene, perché queste boccolette, specie quelle realizzate in plastica trasparente, sono davvero molto delicate: se resta bloccata all'interno del puntale lo smontaggio non sarà stato dei più ortodossi, ma l'integrità della boccola è salva. L'operazione più rischiosa è proprio quella di sfilare e rinfilare pennino e diffusore nella suddetta quando questa è libera e non costretta all'interno del puntale.
Temo invece che abbia potuto provocare qualche danno l'estrazione del fondello che ne ha forzato il fondo corsa. Non è così che si smonta il gruppo del caricamento si queste Pelikan, anche se il modo corretto è quasi altrettanto (scusa).... barbaro.
Il gruppo stantuffo - guida - fondello è in queste penne inserito ad incastro nel corpo. Può sembrare incredibile ma è così. Quindi il modo "giusto" per estrarre il gruppo è quello di picchiare con un adeguato punzone inserito attraverso l'imboccatura del puntale, rimosso il gruppo scrittura (in questo caso è obbligatorio togliere anche la boccola). Credo che quello di cui allego foto fosse il punzone "originale" preposto allo scopo, perché lo trovai parecchio tempo fa in una scatola di ricambi Pelikan disparati proveniente senz'altro da un riparatore ufficiale. Resta il fatto che il sistema fornisce garanzie piuttosto scarsine circa il mantenimento dell'integrità della penna e per quanto uno possa prendere le dovute cautele di lasciare lungamente a bagno la penna, di scaldarla prima di sottoporla all'intervento, le possibilità di fare danni sono tutt'altro che irrisorie: perché se in alcune penne la parte fa una resistenza molto modesta (in qualche caso se lo stantuffo è ostacolo nella discesa il gruppo tende addirittura ad uscire da solo), in altri non ne vuole proprio sapere.
Allegati
20150116_173356.jpg
Punzone Pelikan
20150116_173356.jpg (614.77 KiB) Visto 950 volte
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Rispondi