primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Tullio »

Questi i miei primi esperimenti di restauro. Due penne trovate da un rigattiere per pochi spiccioli. Quella verde della Platignum (si legge sul fusto) si è un po' deformata a contato con l'acqua (ho letto qui sul forum che succede alla galalite, ma lho letto solo dopo: ben mi sta!) quindi penso di non farne niente. Su quella verde marmorizzata pensavo di provare il mio primo intervento. Prima di tutto vi chiedo lumi sulla marca: c'è scritto I ASSONI D.B.G. Safety pen (ma non è safety, è a pulsante), in rete non ho trovato nulla su questa marca. Come vedete l'ho smontata e pulita seguendo le istruzioni del wiki (non sono riuscito a smontare la clip, ipotizzando che sia avvitata, non c'è verso di girarla): il sacchetto ovviamente è andato in briciole quindi mi si prospettano varie soluzioni. Procurarmi un nuovo sacchetto (strada lunga, falro venire dall'estero); autocostruirlo con una guaina per cavi elettrici come quella che vedete in basso perpendicolare al fusto (strada rapida e semplice); costruire una frankesteinpen adattando una cartuccia vuota (non sarebbe più un apenna a pulsante ma potrei comunque usarla).
Grazie a chi vorrà intervenire
Tullio
P.S. spero di non aver fatto errori nell'allegare i file
Allegati
penna misteriosa?
penna misteriosa?
galalite?
galalite?

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 8627
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

primi tentativi di restauro

Messaggio da Ottorino »

C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro

Messaggio da Tullio »

Ripristino completato (con sacchetto regolamentate). Qualche scarabocchio di prova.
Grazie alle guide del forum.
La marca però continua ad essere sconosciuta
Allegati
F332540B-67E4-4B8F-97EF-4B80761663B0.jpeg

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11925
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

primi tentativi di restauro

Messaggio da piccardi »

La fattura della penna è identica alla produzione economica che si trova in quel periodo, spesso si tratta di penne completamente anonime, in questo caso almeno c'è una indicazione di un nome mi viene comunque un dubbio, non è che la I è solo la gamba di un'altra lettera (L o N a giudicare dalla spaziatura, forse anche M) che non è venuta stampata bene? Guardando a raso con una buona lente di ingrandimento si nota nulla?

Comunque intanto ho aggiunto il nome alla lista di quelli che si sa che esistono e poco altro.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro

Messaggio da Tullio »

Grazie del suggerimento è già qualcosa; ma cosa intendi per quel periodo. Quali anni?

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro

Messaggio da Tullio »

L’unica cosa che si nota con la lente è un residuo di linea orizzontale sopra la prima lettera (I) verso destra. Come se fosse una gamma maiuscola per capirci. Ho pensato che potesse esser una T (e quindi Tassoni) ma manca la minima traccia della linea verso sinistra. Resta vero che la distanza fra la prima lettera e la A è maggiore che fra le altre lettere.
Allegati
2707521A-8ABE-4D82-8DFB-E357C694D3B0.jpeg

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 8627
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (2)

Messaggio da Ottorino »

Potrebbe anche essere anche il nome del proprietario. Mi pare che l'incisione sia bella profonda, come se fatta con un pantografo.
Io la metterei tra le penne degli anni '30 '40, ma qui ci sono esperti che possono restringere il campo.

http://www.fountainpen.it/Marchi_Italiani_Sconosciuti
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Tullio »

Già, potrebbe essere il nome del proprietario. Comunque proprietario o Tassoni (pubblicitaria?) la prima lettera resta sempre misteriosa. Se ci fosse però qualcuno che potesse restringere il periodo in cui può essere stata prodotta gliene sarei grato

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11925
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da piccardi »

Tassoni mi torna, la T potrebbe spiegare la distanza della barra verticale dalla prima lettera.

Che si tratti di nome di persona tenderei ad escluderlo, dato che un nome non c'è (casomai un cognome).

Pubblicitaria forse, ma mi lascia perplesso il D.B.G. dopo Tassoni, sigla che non mi dice nulla, per si apre il concorso per provare a indovinare...
Ma soprattutto non mi convince, nell'ipotesi di penna pubblicitaria, il safety pen sotto.

La datazione precisa è impossibile, stile e tipo di finiture si trovano su un ampio ventaglio di penne economiche databili con parecchia approssimazione fra gli anni '30 e '40 come diceva Ottorino, ma datazioni esatte non se ne hanno.

Simone
PS intanto correggo la pagina dei marchi sconosciuti...
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Corvogiallo
Levetta
Levetta
Messaggi: 565
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Herbin terre de Feu
Misura preferita del pennino: Fine

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Corvogiallo »

Distribuzione bibite gassate? :lol: :lol: :lol: Quante cosa al mondo puoi inventare...

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11925
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da piccardi »

Corvogiallo ha scritto:
domenica 8 settembre 2019, 12:16
Distribuzione bibite gassate? :lol: :lol: :lol: Quante cosa al mondo puoi inventare...
In effetti... Direi che l'ipotesi penna pubblicitaria potrebbe crescere di peso.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Tullio »

Intanto grazie degli interventi. Però come vedete la prima lettera non presenta nessun accenno di prolunga del tratto orizzontale dell'eventuale "T" (in una foto ho inquadrato la "A" come riferimento).
Allegati
Foto del 08-09-19 alle 16.33.jpg
Foto del 08-09-19 alle 16.35.jpg

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Tullio »

Non so se l'informazione serve ma sul pennino c'è inciso: "RADIUM No 4 INOX iD" (proprio così: tutto maiuscolo e la "o" e "i" minuscole)

Avatar utente
HoodedNib
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2046
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da HoodedNib »

Tullio ha scritto:
domenica 8 settembre 2019, 16:51
Intanto grazie degli interventi. Però come vedete la prima lettera non presenta nessun accenno di prolunga del tratto orizzontale dell'eventuale "T" (in una foto ho inquadrato la "A" come riferimento).
Secondo me potrebbe essere una T con uno dei bracci deteriorati dall'uso, se vedi anche la D ha lo spigolo inferiore quasi portato in piano quindi, per quanto profonda l'incisione potrebbe succedere anche altrove.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00

primi tentativi di restauro su una (?) Tassoni (?)

Messaggio da Tullio »

Anche se probabilmente non interesseranno a nessuno (visto si tratta di un caso unico) vorrei comunicarvi le conclusioni a cui sono giunto sulla scritta misteriosa ?assoni. Ho esaminato tutte le lettere con un forte ingrandimento (microscopio) e ho visto che molte, e non solo la prima, sono incomplete. Se si trattasse di usura, da contatto con le dita, l'imperfezione avrebbe l'aspetto di una sottrazione di materiale perdipiù anche senza contorni netti. Invece le lettere incomplete lo sono perché non sono state completamente incise, c'è del materiale anche dove non dovrebbe. E' come se non fossero state bene incise. Dunque l'imperfezione sta o nello strumento con cui si è effettuata la scritta (questo sì usurato, per es, se si trattasse di una sorta di timbro in negativo) o nell'uso che se ne è fatto, per es. non applicando sufficiente forza (o temperatura?). Conclusione: la prima lettera è una T non completamente incisa e la parola completa è pertanto Tassoni.
P.S.
probabilmente; quanto probabile dipende dal tipo di strumento che usavano per le incisioni. Su questo non ne so nulla.

Rispondi

Torna a “Tecnica e riparazioni”