Pennino Wiliamson sgocciolante

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Avatar utente
DRJEKILL
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 115
Iscritto il: venerdì 26 aprile 2019, 10:53
La mia penna preferita: Alla continua ricerca
Il mio inchiostro preferito: Alla continua ricerca
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Taranto
Sesso:

Pennino Wiliamson sgocciolante

Messaggio da DRJEKILL » mercoledì 29 maggio 2019, 18:48

Carissimi,
vi posto una foto della mia penna non bene identificata, che dopo una ripulitina e un refill mi ha dato questo problema, una gocciolona di inchiostro che fuoriescedalla parte inferiore del pennino.

secondo quesito: ho appena ricevuto una pilot 78g, EF, demo, scrive benissimo! ma non riesco a caricare per bene il converter (e mi era capitato anche con la capless). CI vuole un accorgimento particolare? poi, secondo voi è normale che si accumuli inchiostrotra il fusto e il pennino?

Grazieeeee
Allegati
IMG_5658.JPG
IMG_5696.JPG

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1435
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

Pennino Wiliamson sgocciolante

Messaggio da zoniale » mercoledì 29 maggio 2019, 19:13

DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
vi posto una foto della mia penna non bene identificata, che dopo una ripulitina e un refill mi ha dato questo problema, una gocciolona di inchiostro che fuoriescedalla parte inferiore del pennino.
Penna anni '20 o '30 in ebanite, se non erro. Allora è normale. Gli inchiostri moderni sono molto meno viscosi di quelli dell'epoca, quindi i capillari sono sovradimensionati per gli inchiostri di oggi. Prova ad usare un Pelikan 4001 e usala alla scrivania senza portarla troppo a spasso.

DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
secondo quesito: ho appena ricevuto una pilot 78g, EF, demo, scrive benissimo! ma non riesco a caricare per bene il converter (e mi era capitato anche con la capless). CI vuole un accorgimento particolare? poi, secondo voi è normale che si accumuli inchiostrotra il fusto e il pennino?
Si. E' la capillarità, bellezza.
DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
Grazieeeee
Pregoooooo
Michele

Avatar utente
DRJEKILL
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 115
Iscritto il: venerdì 26 aprile 2019, 10:53
La mia penna preferita: Alla continua ricerca
Il mio inchiostro preferito: Alla continua ricerca
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Taranto
Sesso:

Pennino Wiliamson sgocciolante

Messaggio da DRJEKILL » mercoledì 29 maggio 2019, 20:57

zoniale ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 19:13
DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
Penna anni '20 o '30 in ebanite, se non erro. Allora è normale. Gli inchiostri moderni sono molto meno viscosi di quelli dell'epoca, quindi i capillari sono sovradimensionati per gli inchiostri di oggi. Prova ad usare un Pelikan 4001 e usala alla scrivania senza portarla troppo a spasso.

DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
Si. E' la capillarità, bellezza.
DRJEKILL ha scritto:
mercoledì 29 maggio 2019, 18:48
Grazieeeee
Pregoooooo
Grazie,
si uso il Pelikan 4001, e la tengo al calduccio della mia casetta! provo il parker Quink, che è ancora più denso!

Rispondi