Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Avatar utente
lucawm
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da lucawm » sabato 4 maggio 2019, 13:22

Buongiorno, ho recuperato questa MT Jackdaw, scrive bene con pennino fine e carica a dovere.
Vorrei ripristinare il colore dell'ebanite. Premesso che ho letto tutto ciò che ho trovato qui sul forum che fuori, chiedo gentilmente un aiuto su come operare.
Io ho la pasta Iosso, l'ho utilizzata con successo su un pezzo unico di ebanite, quindi senza cesellature, con ottimo risultato, pur tuttavia strofinando abbastanza energicamente.
Quindi vorrei capire se posso ripulirla tutta con successo, con Iosso, olio di gomito e panno carta senza perdere troppo le incisioni, oppure devo ricorrere necessariamente a bagni di Fornet, o qualunque altra soluzione a pH alcalino che ammorbidisca e faccia riaffiorare i residui di zolfo.
Il cappuccio si potrebbe anche ripristinare con la Iosso, ma l'intero fusto?
Grazie
Luca
WhatsApp Image 2019-05-04 at 13.19.29.jpeg

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11499
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da maxpop 55 » sabato 4 maggio 2019, 14:07

Dalle foto sarebbe meglio usare il fornet sul fusto, poi con un vecchio spazzolino puliro sotto l'acqua ed infine passare la pasta Iosso.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
lucawm
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da lucawm » sabato 4 maggio 2019, 14:12

Grazie mille, e se nel caso usassi una soluzione più o meno concentrata (a mia discrezione) di candeggina dovrei ottenere lo stesso effetto? (Il fornet non lo ho, dovrei acquistarlo apposta :? ).
In entrambi i casi la barra di pressione interna può/deve rimanere al suo posto? Vorrei evitare di smontare ulteriormente..
Grazie

Luca

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7837
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da Ottorino » sabato 4 maggio 2019, 14:32

Niente candeggina, è un ossidante. Peggioreresti le cose
Soda caustica oppure liscivia (sodio carbonato)
https://www.fountainpen.it/Pulizia_dell ... a_caustica
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
lucawm
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da lucawm » sabato 4 maggio 2019, 15:10

Grazie, seguirò i consigli :thumbup: . Farò sapere non appena avrò risultati.

Avatar utente
lucawm
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da lucawm » sabato 4 maggio 2019, 21:46

Dopo 3 ore di bagno in soluzione di carbonato di sodio, e dopo vigorose passate di Iosso questo è il risultato. Mi posso ritenere abbastanza soddisfatto, il nero in certe zone è un po' spento, ma il colore giallino dello zolfo è sparito dappertutto.
Questo è il paragone tra prima e dopo. La foto tuttavia è stata scattata prima di tirare a lucido la penna con un velo di grasso al silicone che ora rende un po' più lucida la "livrea". Mi sembra quasi che quel minimo di cesellatura presente, risalti ancora meglio.
Luca
IMG_0719.jpg
IMG_0730.jpg
Mi fermo qui :?: :idea:

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11008
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da piccardi » domenica 5 maggio 2019, 0:04

lucawm ha scritto:
sabato 4 maggio 2019, 21:46
Mi fermo qui :?: :idea:
No, no fai qualche altra bella foto!
Scherzi a parte, complimenti per il bel lavoro, mi pare venuta molto bene.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
lucawm
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:

Mabie Todd Jackdaw, pulizia ebanite

Messaggio da lucawm » domenica 5 maggio 2019, 11:21

piccardi ha scritto:
domenica 5 maggio 2019, 0:04

No, no fai qualche altra bella foto!
Scherzi a parte, complimenti per il bel lavoro, mi pare venuta molto bene.

Simone
Grazie! :thumbup:
IMG_0731.jpg
IMG_0733.jpg
IMG_0739.jpg
Comunque c'è da dire che si sente che questa Mabie Todd è effettivamente la più economica tra le altre Swan, Blackbird e Swallow. Scrivendoci, apparte il pennino che è perfetto, scorrevole e molleggiato (non flessibile), la penna non è molto bilanciata ed è leggera.
Non so se è un caso, ma anche l'ebanite appare diversa: sulla Jackdaw si sente proprio odore di gomma bruciata, non troppo gradevole, mentre nelle altre MT che ho l'ebanite ha un "profumo" più dolciastro e meno pungente.
Luca

Rispondi