Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » sabato 25 agosto 2018, 12:05

Buongiorno e a tutti agostani saluti stilografici.

Oggi, sabato 25 agosto 2018, ho pensato bene di tentare la riparazione della prima penna, della mia ormai 40ennale (ma modestissima) collezione.

Si tratta di una Meisterstuck MB 149, "W. Germany", con pennino in oro 14 K bicolore e alimentatore in ebanite, cosiddetto "split", perché composto da due pezzi.

Il modello in questione, epoca circa 1982-84, rimase poco in produzione, proprio per la tendenza frequentissima dell'alimentatore "split" a rompersi, ovvero "fratturarsi" in due pezzi .

La MB "149", di produzione corrente, monta un comune alimentatore in plastica stampata..- (del resto come accade in casa Pelikan) mentre, ad esempio, le Aurora di pregio restano fedeli all'Ebanite (e scrivono benissimo)... Inoltre l'odore dell'ebanite è, a mio parere, parte del fascino della scrittura con la stilografica.-

Non ho mai avuto, sinora, il coraggio di procedere. Qualche decennio fa ho tentato, incollando ed impiastricciando tutto, ma NIENTE.

Visto che oggi mi è saltato lo schiribizzo mi son detto: "questa volta o la va o la spacca". Una penna deve essere utilizzata, se no, VIA! non serve più..

Così ho comprato un flaconcino di "super attak", avendo studiato in rete che l'ebanite può essere incollata con quel prodotto.

Ho smontato il pezzo "fratturato", ho tentato (senza però riuscirci al meglio) di ripulirlo dalle tracce di vecchi, precedenti, maldestri miei tentativi di tenerlo "a suo posto" mentre sporadicamente utilizzavo comunque la penna, che scriveva malissimo, con flusso irregolare.

Sono riuscito a non eccedere nella quantità di colla, utilizzandone due "micro gocce" e cercando di non andare a danneggiare il canale centrale dell'alimentatore. Miracolosamente, sono riuscito a "stabilizzare" la porzione dell'alimentatore "split" che si era distaccato dal corpo principale in ebanite.

Ho poi caricato la 149 con Waterman "Havane" ed al momento (salvo verifiche nei giorni che verranno) va benissimo, con l'alimentatore stabilizzato ed il flusso proprio suo, controllato e costante..

Preciso che la penna mi era caduta, verso il 1989 e che sin da allora ho sempre rifiutato di ricorrere all'assistenza della casa che, a caro prezzo, mi avrebbe certamente restituito la penna, perfettamente funzionante, ma dotata di un comunissimo alimentatore in plastica stampata il quale, come è noto, non emana alcun odore da vecchia "stilo"..
Avrei avuto una bella penna, quindi, ma non più originale (ovvero conservata così come fu progettata).-

Vi ho voluto raccontare questa banalità perché so che anche altri possessori della stessa penna della stessa epoca di produzione, con alimentatore in ebanite "split" hanno avuto il medesimo mio da eccessiva fragilità del pezzo, e potrebbero anche loro risolverlo con soli € 2,90 (il solo costo del super attak).

Inoltre c'è una considerazione da fare:

Questa passione non si compendia nel desiderare, accumulare, collezionare stilografiche (più o meno rare, più o meno costose).

Il bello è riuscire a far funzionare tutti gli oggetti posseduti, in modo da poterli fare ruotare in uso quotidiano.

Si tratta di oggetti che ci hanno accompagnato, spesso per "una vita", tutti indistintamente preziosi ai nostro occhi, dalla penna biro di "Sergio Tacchini", avuta in regalo da un figlio allora 14enne, perché il ragazzino riteneva che per me fosse un regalo assai gradito (sapeva infatti della mia passione) sino alla Pelikan M 900 Toledo dotata di pennino 20 C (a quanto mi risulta praticamente introvabile perché rarissima, prodotta in pochi esemplari, dopo la riunificazione tedesca, e subito sostituita da modello con pennino 18 C). Sono tutte "preziose"...

Ultima nota che potrebbe risultare utile anche ad altri "fissati".

Ho notato, da un paio di mesi a questa parte, dopo aver compiuto l'insano acquisto di 4 flaconi di quell'inchiostro, che alcune stilo prima "zoppicanti", se caricate con IROSCHIZUKU PILOT (grigio medio o latri colori come il Ciku - Rin verde bambù) "resuscitano" e tornano a vivere nella pienezza della loro gioventù. Non ne so il motivo.. sarà qualche additivo..

Anche con la mia "vecchia" 149, esaurita la carica con il Waterman Havane, subirà il trattamento. Oggi l'ho caricata con un inchiostro "comune" apposta perché sarebbe troppo facile, se no, far funzionare una penna, caricandola sempre con inchiostri costosissimi e "miracolosi".

La penna deve scrivere, anche su carta igienica e anche se caricata con l'infame 4001 nero. Deve funzionare sempre perché essa è e deve restare una compagna di uso quotidiano!

Ciao a tutti.

Giovanni :geek:

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Maruska » sabato 25 agosto 2018, 13:21

Complimenti, una penna se non scrive che penna è?
Ho annusato il conduttore della mia Aurora Auroloide è vero che profuma, ma l'altra la Optima Nera non profuma, però
Non ho capito di quale inchiostro parli quando dici di averne fatto "l'insano acquisto" di quattro flaconi...
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 917
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da ASTROLUX » sabato 25 agosto 2018, 13:28

Complimenti per la riuscita dell'intervento. E' sempre una grande soddisfazione il recupero di una penna, su una MB 149 poi... è una delizia. :clap:
Sugli inchiostri, posso dirti che con il "plebeo" Diamine Onyx Black ho "piegato" ai miei voleri la riottosa Parker Sonnet, provare per credere. ;)

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » sabato 25 agosto 2018, 20:03

L'inchiostro caro e miracoloso è il Pilot Iroschizuko. Ciao e grazie dell'apprezzamento. Giovanni

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » domenica 26 agosto 2018, 4:48

Ciao Maruska.
Non tutte le Aurora hanno il feeder in ebanite, solo le alto di gamma.
L'odore della stilo dipende dal materiale stesso, ebanite che poi essendo poroso assorbe l'inchiostro, il quale a sua volta ha un suo odore, per ognuno diverso.
La porosità del materiale garantisce un flusso costante, cosa che in genere non avviene con la plastica che è inerte.
:)
Giovanni

Avatar utente
rbocchuzz
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 481
Iscritto il: venerdì 14 settembre 2012, 14:50
La mia penna preferita: La prossima che comprerò
Il mio inchiostro preferito: Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it ℵ: 134
Fp.it 霊気: 029
Località: Avellino
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da rbocchuzz » domenica 26 agosto 2018, 8:29

Complimenti per il lavoro eseguito.
Grazie per aver raccontato con passione il tuo rapporto con le penne.
Ho letto la tua storia con grande piacere.
Rinaldo
Rinaldo

In Spagna, un sigaro dato e ricevuto stabilisce rapporti di ospitalità come in Oriente la condivisione del pane e del sale.
(P. Mérimée; "Carmen")

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Maruska » domenica 26 agosto 2018, 12:41

Orsobruno56 ha scritto:
domenica 26 agosto 2018, 4:48
Ciao Maruska.
Non tutte le Aurora hanno il feeder in ebanite, solo le alto di gamma.
L'odore della stilo dipende dal materiale stesso, ebanite che poi essendo poroso assorbe l'inchiostro, il quale a sua volta ha un suo odore, per ognuno diverso.
La porosità del materiale garantisce un flusso costante, cosa che in genere non avviene con la plastica che è inerte.
:)
Giovanni
Il feeder della mia Auroloide ha un buon odore, non so se sia di ebanite, però :)
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » domenica 26 agosto 2018, 19:43

Buona sera.
Si Maruska, tutte le Aurora in auroloide, hanno l'alimentatore in ebanite.
Ciao.
Giovanni :thumbup:

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Maruska » domenica 26 agosto 2018, 19:54

Orsobruno56 ha scritto:
domenica 26 agosto 2018, 19:43
Buona sera.
Si Maruska, tutte le Aurora in auroloide, hanno l'alimentatore in ebanite.
Ciao.
Giovanni :thumbup:
il mio olfatto non mi tradisce mai :lol:
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

diegok54
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 69
Iscritto il: sabato 16 giugno 2018, 15:22
La mia penna preferita: Pelikan M205
Il mio inchiostro preferito: P. Edelstein Onyx
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Segrate (MI)
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da diegok54 » domenica 26 agosto 2018, 22:48

Grazie per questo racconto, appassionato e garbato allo stesso tempo.
Naturalmente, complimenti per la riuscita della emotivamente difficile operazione di recupero.
:wave:

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » lunedì 27 agosto 2018, 22:16

Ciao.
Vi ringrazio tutti per aver apprezzato il mio breve racconto. Condividere e' lo scopo di questo forum e se anche non ci conosciamo direttamente possiamo dire di essere amici "di penna".
Un caro saluto
Giovanni. :geek:

Orsobruno56
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 59
Iscritto il: giovedì 4 gennaio 2018, 8:18
La mia penna preferita: Pelikan M 900 Toledo
Il mio inchiostro preferito: Edelstein olivine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cosenza e Roma
Sesso:

Ho riparato una mia penna (ed è la prima volta!)

Messaggio da Orsobruno56 » sabato 1 settembre 2018, 6:34

A tutti buon w e.

Questa breve comunicazione solo per farvi sapere che a distanza di una settimana la riparazione del feeder della vecchia 149 regge benissimo.

Quindi la procedura, se qualcuno avesse lo stesso problema, resta consigliabile.

Ciao. Giovanni
:thumbup: :thumbup: :thumbup:

Rispondi