Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » sabato 28 luglio 2018, 12:37

Giusto ieri è arrivata questa piccola Conway Stewart 75.
Il venditore dichiarava che fosse in ordine (1) ma, una volta aperta la busta, ho notato che il pennino è disallineato rispetto all'alimentatore e che la punta dell'ala destra del pennino è leggermente più in alto di quella dell'ala sinistra. Capovolgendo la penna, si sente il rumore di un pezzo che si sposta, è normale (2)?
Per riallineare il pennino, è necessario smontare l'intera penna separando la sezione dal fusto come descritto qui?

Qui di seguito alcune fotografie:
Conway Stewart 75 - 01.jpg
Conway Stewart 75 - 02.jpg
Conway Stewart 75 - 03.jpg
Conway Stewart 75 - 04.jpg
Conway Stewart 75 - 05.jpg
Conway Stewart 75 - 06.jpg

1) tra le fotografie presenti nell'inserzione ne è presente una che mostra in particolare l'alimentatore: lì non si notano problemi di allineamento; che si sia spostato durante il trasporto?
2) è la prima penna a leva laterale che mi passa fra le mani, abbiate pazienza.

P.S. Il foro nella carta assorbente non è stato creato con la penna ... ;)

Avatar utente
HoodedNib
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 934
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da HoodedNib » sabato 28 luglio 2018, 12:43

Il rumore e' probabilmente la I-bar (o J-bar) del meccanismo di carica che s'e' sganciata questo vuol dire che o il sacchetto non c'e' o e' secco, in ogni caso la penna non e' funzionante per come ti e' stata venduta ma ci vuol poco per saperlo,se azionando la levetta questa non oppone alcuna resistenza devi aprire la penna e probabilmente troverai una roba come ti ho detto io.
Quanto al pennino disallineato se viene via a pressione (e spesso in penne di quell'eta' e' cosi') e' possibile un disallineamento col trasporto, secondo me.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da zoniale » sabato 28 luglio 2018, 20:16

Confermo la diagnosi sulla "rumorosità". Con una vescica in buone condizioni la i-bar normalmente non sballonzola nella penna e non fa rumore. Ma ci vuole poco per smentire o confermare: basta aprire la penna, sfilando la sezione dal corpo penna e verificare lo stato del sacchetto.
Occhio che quasi tutte le Conway usano la I-bar, ovvero una barra incernierata alla levetta, che non si sfila semplicemente tirandola, come fosse una J-bar.

Per quanto riguarda il posizionamento corretto del pennino, per mia esperienza pennino ed alimentatore sono bene incastrati nella sezione e non è agevole spostare l'uno rispetto all'altro, se non estraendoli e rimettendoli in posizione (ripetendo questi passaggi anche più di una volta, finché non sei soddisfatto).
Per estrarre, serve un blocco estrattore, un punteruolo ed un martelletto. Poi posizioni il pennino correttamente sull'alimentatore e li infili insieme, tenendoli tra indice e pollice, con forza nella sezione. Normalmente la fine dell'alimentatore si allinea con il fondo del nipplo della sezione (ovvero la parte su cui si inserisce il sacchetto).
Michele

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » domenica 29 luglio 2018, 16:04

HoodedNib ha scritto:
sabato 28 luglio 2018, 12:43
Il rumore e' probabilmente la I-bar (o J-bar) del meccanismo di carica che s'e' sganciata questo vuol dire che o il sacchetto non c'e' o e' secco, in ogni caso la penna non e' funzionante per come ti e' stata venduta ma ci vuol poco per saperlo,se azionando la levetta questa non oppone alcuna resistenza devi aprire la penna e probabilmente troverai una roba come ti ho detto io.
Dunque ... alzando la levetta oltre i 10° - 15° avverto della resistenza (si consideri 90° l'angolo formato dalla levetta completamente alzata e dal fusto); provando ad immergere il pennino in una ciotolina con acqua, questa viene aspirata od espulsa a seconda che la levetta venga abbassata o alzata: da questo si può dedurre che il sistema di caricamento è, magari parzialmente, funzionante?

zoniale ha scritto:
sabato 28 luglio 2018, 20:16
Confermo la diagnosi sulla "rumorosità". Con una vescica in buone condizioni la i-bar normalmente non sballonzola nella penna e non fa rumore. Ma ci vuole poco per smentire o confermare: basta aprire la penna, sfilando la sezione dal corpo penna e verificare lo stato del sacchetto.
Occhio che quasi tutte le Conway usano la I-bar, ovvero una barra incernierata alla levetta, che non si sfila semplicemente tirandola, come fosse una J-bar.
Per separare la sezione dal fusto seguo queste istruzioni?
"In genere le penne con caricamento a levetta hanno la sezione inserita nel corpo, quindi senza filettatura. Per smontarla, basta sfilare la sezione dal corpo aiutandosi con delle piccole torsioni (come se voleste svitare/riavvitare le parti), e se necessario scaldando un poco la zona di accoppiamento."
FountainPen.it Wiki

zoniale ha scritto:
sabato 28 luglio 2018, 20:16
Per estrarre, serve un blocco estrattore, un punteruolo ed un martelletto. Poi posizioni il pennino correttamente sull'alimentatore e li infili insieme, tenendoli tra indice e pollice, con forza nella sezione. Normalmente la fine dell'alimentatore si allinea con il fondo del nipplo della sezione (ovvero la parte su cui si inserisce il sacchetto).
Ho fatto una cosa simile per pulire e riallineare l'alimentatore della Reform 1745; non ricordo però cosa usai come "strumenti". ;)

Pensando alla successiva pulitura: di che materiale è? Leggendo la pagina della Wiki dedicata alla Conway Stewart e quella relativa alla galalite (termine di utilizzo di questo materiale: ~1930-1940), unitamente alle informazioni reperite sul sito di Jonathan Donahaye (Conway Stewart 75: dal 1952 al ???), mi viene da pensare che sia fatta in celluloide e che quindi non tema l'acqua: sto dicendo una castroneria o è possibile?

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da zoniale » domenica 29 luglio 2018, 20:37

Giotto ha scritto:
domenica 29 luglio 2018, 16:04
Dunque ... alzando la levetta oltre i 10° - 15° avverto della resistenza (si consideri 90° l'angolo formato dalla levetta completamente alzata e dal fusto); provando ad immergere il pennino in una ciotolina con acqua, questa viene aspirata od espulsa a seconda che la levetta venga abbassata o alzata: da questo si può dedurre che il sistema di caricamento è, magari parzialmente, funzionante?
Parrebbe funzionante e a posto, lo scoprirai aprendo la penna.
Giotto ha scritto:
domenica 29 luglio 2018, 16:04
Per separare la sezione dal fusto seguo queste istruzioni?
Yes
Giotto ha scritto:
domenica 29 luglio 2018, 16:04
Ho fatto una cosa simile per pulire e riallineare l'alimentatore della Reform 1745; non ricordo però cosa usai come "strumenti". ;)
Questo è il mio blocco estrattore: viewtopic.php?t=7092&start=15#p165682 Elegante, ti fa fare bella figura in società. A complemento, uso un pezzo di bacchetta da sushi in bambù ed un martellino.

Giotto ha scritto:
domenica 29 luglio 2018, 16:04
Pensando alla successiva pulitura: di che materiale è?
Ritengo estremamente improbabile l'utilizzo della galalite per una penna nera. Se al tatto è fredda come un sasso potrebbe essere galalite. Sennò, probabilmente è celluloide.
Michele

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » martedì 31 luglio 2018, 22:02

Una volta estratta la sezione, ho toccato la vescica: è morbida ed elastica:
Conway Stewart 75 - Sac - 01.jpg

Nel fusto si trova la barra metallica, agganciata alla levetta:
Conway Stewart 75 - Barrel - 01.jpg
Conway Stewart 75 - Barrel - 02.jpg
Conway Stewart 75 - Barrel - 03.jpg
Conway Stewart 75 - Barrel - 04.jpg

C'è sempre un qualche pezzo metallico che balla un po' quando si capovolge la penna ma non riesco ad illuminare fino in fondo.

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da zoniale » martedì 31 luglio 2018, 23:28

Quello che vedo è tutto a posto. Fors hai un po di sballonzolamento per via di un sacchetto magrolino, che lascia un po' di gioco. Ma non c'è un vero problema.
Ora se vuoi raddrizzare il pennino, devi staccare (scollare) il sacchetto dal nipplo.
Michele

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » mercoledì 1 agosto 2018, 21:41

L'interno sembrerebbe sistemato, così sono passato alla pulizia: ho versato qualche goccia di Sidol su di un fazzoletto e mi sono aiutato con uno stuzzicadenti per portarlo in cima alla clip, dove era presente un poco di ossidazione.

"Dovremmo essere a buon punto", mi son detto.

Quindi una folata di vento_porta_pioggia ha fatto volare il fazzoletto su cui avevo versato qualche goccia di Sidol dritto dritto sul cappuccio. Ma mannaggia ... :oops: Ora ho la "macchia" della goccia: c'è qualche possibilità di ripristino?

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7222
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Ottorino » mercoledì 1 agosto 2018, 23:21

zoniale ha scritto:
domenica 29 luglio 2018, 20:37
Ritengo estremamente improbabile l'utilizzo della galalite per una penna nera. Se al tatto è fredda come un sasso potrebbe essere galalite. Sennò, probabilmente è celluloide.
Non ti fidare del colore.
L'ultima nera che ho messo a bagno per pulirla, la mattina dopo pareva una camera d'aria !
Struscia su carta la penna e annusa se senti odore di canfora. Canfora = celluloide Non canfora = MOLTA prudenza
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » giovedì 2 agosto 2018, 23:56

Ottorino ha scritto:
mercoledì 1 agosto 2018, 23:21
Struscia su carta la penna e annusa se senti odore di canfora. Canfora = celluloide Non canfora = MOLTA prudenza
Ricordo vagamente l'odore di canfora però non mi pare di avvertirlo: occorre sfregare vigorosamente?

Macchia a parte (e adesso ho anche il dubbio che ci fosse da prima: la si nota solo osservando attentamente o quando il punto si trova sotto una sorgente luminosa forte :think:), è possibile rendere meno visibili i graffietti superficiali?

Ultimo passaggio, rendere le superfici un filo più lucide: cosa si potrebbe usare (in altri post ho letto di pasta Tremillimetri, crema Iosso, lozione Hagerty, micromesh, ...)?
(Oppure magari saltare questo passaggio e andare direttamente a pucciare il pennino nel calamaio?)

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da zoniale » venerdì 3 agosto 2018, 2:00

Io vado di micromesh e dò un colpetto finale di pasta iosso. I risultati mi sodisfano. Uso questo metodo anche per togliere graffi dai vetrini degli swatch maltrattati.
Michele

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7222
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Ottorino » venerdì 3 agosto 2018, 9:53

Osserva che non ci siano graffi piu' profondi. Lucidando rischi di evidenziarli.
Ricordo vagamente l'odore di canfora però non mi pare di avvertirlo: occorre sfregare vigorosamente?
Si abbastanza vigorosamente. Se ne hai una sicuramente in celluloide puoi farti un'idea
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 342
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da gionni » venerdì 3 agosto 2018, 14:38

Io uso sempre un pò di Sidol e olio di gomito. Poi una passata di silicone liquido messo su di uno straccetto.

Ciao. Gionni

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 303
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da Giotto » venerdì 10 agosto 2018, 13:50

gionni ha scritto:
venerdì 3 agosto 2018, 14:38
Io uso sempre un pò di Sidol e olio di gomito. Poi una passata di silicone liquido messo su di uno straccetto.
Usi il Sidol direttamente sulla celluloide? Non provoca danni?

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 342
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Conway Stewart 75 - Allineamento pennino

Messaggio da gionni » lunedì 27 agosto 2018, 8:08

Non ho mai notato danni. Ne uso però una piccola quantità.
Ciao. Gionni

Rispondi