Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1033
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da PeppePipes » domenica 10 giugno 2018, 22:21

Penso anch'io che sia il tentativo da fare. Scusa, quando hai parlato di silicone mi era venuto il pensiero che avessi potuto usare del sigillante e non il grasso!
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
HoodedNib
Levetta
Levetta
Messaggi: 512
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da HoodedNib » domenica 10 giugno 2018, 22:25

PeppePipes ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 22:21
Penso anch'io che sia il tentativo da fare. Scusa, quando hai parlato di silicone mi era venuto il pensiero che avessi potuto usare del sigillante e non il grasso!
Hai idea di dove si possa trovare un pezzo del genere?
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1033
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da PeppePipes » domenica 10 giugno 2018, 22:51

HoodedNib ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 22:25
PeppePipes ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 22:21
Penso anch'io che sia il tentativo da fare. Scusa, quando hai parlato di silicone mi era venuto il pensiero che avessi potuto usare del sigillante e non il grasso!
Hai idea di dove si possa trovare un pezzo del genere?
Proverei senz'altro prima in rete; altrimenti sentire la rete di assistenza della Pelikan.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da zoniale » domenica 10 giugno 2018, 23:20

HoodedNib ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 14:07
Aggiungo due foto del pennino estratto, magari puo' essere d'aiuto. Ho il vago sospetto che almeno meta' del problema sta nel collarino ma e' solo un sospetto.
Non so se possa avere qualche legame con i problemi che riscontri, ma da queste foto rilevo che:
  • la ghiera che trattiene pennino ed alimentatore non è filettata. Strano. Come li fissi nel corpo penna?
  • l'alimentatore pare essere troppo arretrato rispetto a ghiera e pennino. Secondo me così l'inchiostro dovrebbe faticare a raggiungere la punta del pennino.
Al seguente link una foto di un assieme alimentatore/pennino/ghiera, così come me lo aspetterei io (è il primo in alto tra i quattro):
https://forum.fountainpen.it/viewtopic. ... 76#p200385
Michele

Avatar utente
Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 479
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da Syrok » domenica 10 giugno 2018, 23:34

Zoniale Ha ragione è spostato il tutto in dietro e forse anche per quello ti dà quel senso di flessibilità perché rimane troppa "lamiera" scoperta e senza supporto dietro, magari è stata una modifica fatta dal vecchio proprietario che voleva un flessibile e ha trovato questa soluzione, oltretutto ho visto che il tuo ha le alette terminali scoperte e questo dovrebbe essere la prova che manca un qualcosa e hanno cercato di rimediare spostando il tutto in dietro.
Non conosco le 400 io ho solo una 200 e 2 150 ma tutte hanno la filettatura senza la quale il pennino rischia di girare su se stesso quindi penso sia il gruppo pennino il problema e non tanto il pistone, se hai altri gruppi pennini simili puoi provare con qualcuno di loro.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
HoodedNib
Levetta
Levetta
Messaggi: 512
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da HoodedNib » domenica 10 giugno 2018, 23:36

zoniale ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 23:20
HoodedNib ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 14:07
Aggiungo due foto del pennino estratto, magari puo' essere d'aiuto. Ho il vago sospetto che almeno meta' del problema sta nel collarino ma e' solo un sospetto.
Non so se possa avere qualche legame con i problemi che riscontri, ma da queste foto rilevo che:
  • la ghiera che trattiene pennino ed alimentatore non è filettata. Strano. Come li fissi nel corpo penna?
  • l'alimentatore pare essere troppo arretrato rispetto a ghiera e pennino. Secondo me così l'inchiostro dovrebbe faticare a raggiungere la punta del pennino.
Al seguente link una foto di un assieme alimentatore/pennino/ghiera, così come me lo aspetterei io (è il primo in alto tra i quattro):
https://forum.fountainpen.it/viewtopic. ... 76#p200385
Ti posso dire che il gruppo scrittura s'inserisce a pressione senza difficoltà', il fatto e' che dentro il fusto non ci sono nemmeno le filettature neanche volendo e se ci fossero sicuramente gocciolerebbe. A sto punto se non e' un gruppo di scrittura che normalmente va su una M400 che e'?

Sul fatto che l'alimentatore sia troppo arretrato rispetto al pennino ho messo mano e messo come dovrebbe stare (almeno a guardare in giro su internet). Non e' cambiato molto, non tirava prima e non tirava poi.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 479
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da Syrok » domenica 10 giugno 2018, 23:43

HoodedNib ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 23:36
zoniale ha scritto:
domenica 10 giugno 2018, 23:20

Non so se possa avere qualche legame con i problemi che riscontri, ma da queste foto rilevo che:
  • la ghiera che trattiene pennino ed alimentatore non è filettata. Strano. Come li fissi nel corpo penna?
  • l'alimentatore pare essere troppo arretrato rispetto a ghiera e pennino. Secondo me così l'inchiostro dovrebbe faticare a raggiungere la punta del pennino.
Al seguente link una foto di un assieme alimentatore/pennino/ghiera, così come me lo aspetterei io (è il primo in alto tra i quattro):
https://forum.fountainpen.it/viewtopic. ... 76#p200385
Ti posso dire che il gruppo scrittura s'inserisce a pressione senza difficoltà', il fatto e' che dentro il fusto non ci sono nemmeno le filettature neanche volendo e se ci fossero sicuramente gocciolerebbe. A sto punto se non e' un gruppo di scrittura che normalmente va su una M400 che e'?

Sul fatto che l'alimentatore sia troppo arretrato rispetto al pennino ho messo mano e messo come dovrebbe stare (almeno a guardare in giro su internet). Non e' cambiato molto, non tirava prima e non tirava poi.
Il fatto che l'alimentatore sia più o meno arretrato non dovrebbe influire sul tiraggio ma sul fare giungere ai rembi l'inchiostro che altrimenti uscirebbe prima di arrivare ai rembi (se dico castronerie correggetemi pure)
Stavo pensando a quello che dicevi prima cioè che quando c'era il pennino incrostato sembrava tirare un po di più, non è che per caso il vecchio proprietario aveva messo qualche sigillante per far tenere meglio il sottovuoto? E' solo una supposizione la mia ma magari è quella giusta.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
Pettirosso
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 965
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da Pettirosso » lunedì 11 giugno 2018, 0:39

Anch'io avrei obbiettato, come Zionale, che le M400 debbono avere il gruppo pennino/alimentatore filettato (quanto meno, le mie sono così): ed infatti dovrebbe essere intercambiabile con quello delle 200, avendo esattamente le stesse dimensioni (a parte il pennino in acciaio o in oro).
C'è però da dire che il modello 400 ha una storia lunghissima, ed io, fra 400, 400N, 400NN e M400, faccio una gran insalata: forse qualche serie aveva anche il gruppo inserito a pressione.
Poi, anche il sistema a pressione, se fa ben tenuta, è validissimo: le vecchie Ero, ad esempio, erano così, ed andavano benissino.
Io, di per sè, preferisco quello a filettatura perché almeno, quanto hai avvitato fino al fondo, sei certo di avere posizionato ik gruppo correttamente, e non un poco più a fondo o meno.
Comunque sia, se il tuo non è filettato e non lo è neppure la corrispondente parte della sezione... così è e basta.
Il posizionamento del pennino rispetto all'alimentatore è piuttosto anomalo, questo credo che lo vediamo tutti, ma concordo con il ragionamento di Syrok: non dovrebbe influenzare l'aspirazione dell'inchiostro, al più la qualità di scrittura.
Seguiamo però l'altra parte del suo ragionamento ed ipotizziamo, per puro amore di discussione, che ci siano nella penna parti non originali ma adattate in maniera un po' approssimativa (sto pensando all'alimentatore non filettato, alla mancanza di filettatura anche sulla corrispondente parte della sezione ed a quello strano "scollamento" del fusto: ovverossia, detto in parole povere, fusto originale della 400 defunto e sostituito da altro non originale e non filettato): ecco che, aggiungendo che con il gruppo com'era quanto l'hai acquistata un poco caricava, la cosa inizia ad avere un senso: se non c'è tenuta più che perfetta in questo punto passa aria ed il pistone non aspira inchiostro; e per cercare di evitare il problema il precedente proprietario puà benissimo avere usato un sigillante, che ha tenuto fin quando ha potuto.
Una pura teoria, ovviamente, poi cedo volentieri la parola ai più competenti.

Avatar utente
alfredop
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2061
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 17:48
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 061
Fp.it Vera: 002
Località: Napoli
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da alfredop » lunedì 11 giugno 2018, 0:48

Ciao, la penna che hai è un primissimo modello di M400 con il gruppo pennino ad incastro e non a vite (tutto regolare quindi, ne ho una anch'io). Questo però non spiega il fatto che il pistone non funzioni. Potrebbe essere che la tenuta tra corpo e pistone si mantiene soltanto nell'ultimissimo tratto superiore, per cui non hai perdite di inchiostro dal retro ma d'altra parte la corsa utile è così breve da non riuscire a tirare su nulla.

Ti suggerisco un'altra prova: metti acqua nella penna con il pistone in posizione superiore (usando una siringa) , poi usa il pistone per spingere fuori l'acqua lentamente tenendo la penna con la punta rivolta verso l'alto. Se la mia ipotesi è corretta parte dell'acqua trafilerà alle spalle del pistone, dovresti accorgerti di questo guardando attraverso le righe trasparenti.

Alfredo
“Andare all’inferno è facile . C’è una scala. Scendi il primo gradino. Poi scendi il secondo. Poi scivoli." (Leo Ortolani, Rat-Man n. 91)

Avatar utente
HoodedNib
Levetta
Levetta
Messaggi: 512
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da HoodedNib » lunedì 11 giugno 2018, 7:44

alfredop ha scritto:
lunedì 11 giugno 2018, 0:48
Ciao, la penna che hai è un primissimo modello di M400 con il gruppo pennino ad incastro e non a vite (tutto regolare quindi, ne ho una anch'io). Questo però non spiega il fatto che il pistone non funzioni. Potrebbe essere che la tenuta tra corpo e pistone si mantiene soltanto nell'ultimissimo tratto superiore, per cui non hai perdite di inchiostro dal retro ma d'altra parte la corsa utile è così breve da non riuscire a tirare su nulla.

Ti suggerisco un'altra prova: metti acqua nella penna con il pistone in posizione superiore (usando una siringa) , poi usa il pistone per spingere fuori l'acqua lentamente tenendo la penna con la punta rivolta verso l'alto. Se la mia ipotesi è corretta parte dell'acqua trafilerà alle spalle del pistone, dovresti accorgerti di questo guardando attraverso le righe trasparenti.

Alfredo
Habemus papam! E' quello che sta succcedendo. Ho preso la penna e col pennino verso l'altro spingendo il liquido oltre che verso l'alto va verso il basso attraverso il pistone finendo dietro.
In pratica a questo punto o e' il fusto deformato (ma non mi pare) o e' deformata la testa del pistone (anche qui non mi pare ma e' piu' piccola da vedere).

Resta da vedere il da farsi... mi sa che in mancanza di altre idee bisogna sentire la Pelikan, sempre che mi possa aiutare senza farmi spendere un botto di soldi.

Se avete altre idee per la riparazione fate pure, sono ben accette.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Pettirosso
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 965
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da Pettirosso » lunedì 11 giugno 2018, 8:30

Ottimo, problema identificato! (sto seguendo questo post come si legge un giallo, per vedere come va a finire).
Sulle soluzioni cedo volentieri la parola al reparto tecnico, io non ci capisco un accidente.
Butto solo lì qualche idea a logica, forse qualcosa potrebbe tornere utile: ma se c'è una tenuta nella parte terminale, non sarebbe piuttosto da ipotizzare una deformazione/usura del fusto, avvenuta proprio nella parte di più frequente scorrimento?
Se fosse da sostituire il fusto, occorre ricordarsi di cercarne/chiederne uno non filettato; oppure, in alternativa, sostituire anche l'alimentatore, mantenendo comunque quello splendido pennino.
Se invece si puntasse sul pistone, teniamo presente che la 400 ha esattamente le stesse dimensioni della ben più economica 200: provare a cercarne uno della 200? Verificare ovviamente prima che alberino, pomello ecc. siano poi compatibili (o comunque sostituibili con pezzi funzionanti dell'originale).
Ultima idea che mi viene, tanto per provare: ricostruire la testa del pistone in sughero, come si fa per riparare le più anzianotte, che proprio così l'avevano. Come adattarlo, però, su questo in plastica, non saprei proprio.
Buon proseguimento!

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da zoniale » lunedì 11 giugno 2018, 11:57

alfredop ha scritto:
lunedì 11 giugno 2018, 0:48
... la penna che hai è un primissimo modello di M400 con il gruppo pennino ad incastro e non a vite ...
Grazie Alfredo. Si impara sempre qualcosa di nuovo.
Dunque nel 1982-83 la Pelikan riprende a costruire modelli dal look del dopoguerra con il pennino a incastro. Ma mentre la precorritrice della M200 si chiama con un altro nome (481), per la M400 si passa da incastro a vite senza cambiarle il nome.
Michele

Avatar utente
Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 479
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da Syrok » lunedì 11 giugno 2018, 12:24

A allora anche la 481 era a incastro?
Come dici tu Zoniale non si finisce mai di imparare.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 118
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da ricart » lunedì 11 giugno 2018, 13:48

Salve,no la 481 ha il gruppo pennino a vite,sono sicuro perchè possiedo una del primo periodo.

Mandi

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Diagnosi e riparazione Pelikan M400

Messaggio da zoniale » lunedì 11 giugno 2018, 14:06

ricart ha scritto:
lunedì 11 giugno 2018, 13:48
Salve,no la 481 ha il gruppo pennino a vite,sono sicuro perchè possiedo una del primo periodo.
Dissento.

Da Pelikan Collectibles:

"After the introduction of the M400 Pelikan wanted to bring a more economical range of piston fillers to the market. The Pelikan 481 can be regarded as a precursor of the M200. Quite unusually the Pelikan logo isn´t on the cap top but beneath the blind cap.
These cap inserts are identical to those of the M400 series,... Initially it was screwed, later glued.
In late variants there is no logo under the blind cap. Just as later models do not have a friction fit nib, but a screw-nib unit."


Dunque le due differenze rispetto alla M200 sono il cappuccio senza logo e - salvo per gli ultimi esemplari - l'unità scrivente fissata a pressione.
Quindi la tua, Ricart, dovrebbe essere una delle ultime.

Mandi,
Michele

Rispondi