Trafilamento inchiostro Aurora Marco Polo

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Giorgio45
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 12:39
La mia penna preferita: Aurora Marco Polo, poi Dupont
Il mio inchiostro preferito: Azzurro Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Trafilamento inchiostro Aurora Marco Polo

Messaggio da Giorgio45 » venerdì 20 aprile 2018, 20:10

Grazie, maxpop 55. Il metodo, (spingere il gruppo pennino da dietro, aiutandosi con un utensile anche artigianale) l'ho visto in rete per risolvere un caso similare. Purtroppo, quando ho provato ad estrarre il gruppo pennino dal davanti, sono solo riuscito a far ruotare il tutto, ma non a svitarlo. E non mi fido a tirarlo aiutandomi con pinze, poiché temo di danneggiare l'anello metallico.
Da qui la supposizione che sia inserito a pressione e che ci si possa aiutare spingendolo da dietro e il cilindretto 'artigianale' serve per aiutarsi senza danneggiare il punto d'ingresso dell'inchiostro.
Proverò ancora, una volta costruito il mio utensile cilindretto. Naturalmente 'con le mani della festa'.
Saluti e ancora grazie.

Giorgio45
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 12:39
La mia penna preferita: Aurora Marco Polo, poi Dupont
Il mio inchiostro preferito: Azzurro Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Trafilamento inchiostro Aurora Marco Polo

Messaggio da Giorgio45 » lunedì 23 aprile 2018, 17:17

Non sono riuscito in alcun modo a smontare il pennino e non ho insistito troppo per timore di fare danni.
Credo però d'aver risolto il problema: finora nessun trafilamento (dita incrociate). Ho fatto così: ho protetto il pennino e un buon tratto di fusto, con normale scotch, lasciando scoperto un 'anello' di circa 3 mm nel punto in cui avveniva il trafilamento, tra la plastica e l'anello in metallo del gruppo pennino; ho pulito accuratamente e ho trattato questa parte con smalto trasparente lucido, quello che si usa per i ritocchi di carrozzeria (ne ho un flaconcino, tra l'altro già dotato di pennellino). Tre 'mani' ad intervalli di un'ora, tenendo la penna a punta in giù, in modo da far penetrare bene lo smalto nella ipotetica microscopica fessura. Evidentemente non ho inventato nulla, mi risulta che in passato si facesse la stessa cosa con gommalacca, ma io non ne avevo. Finora funziona.

Rispondi