Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Avatar utente
Iorek
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 96
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Iorek » sabato 31 marzo 2018, 18:50

Ciao a tutti,
Ho da poco acquisito a un prezzo conveniente una Kaweco Sport V12 che presenta una crepa nel cappuccio. La penna è utilizzabile, si chiude benino ma la filettatura è piuttosto lasca e non vorrei che si aprisse ulteriormente.
Vorrei quindi provare a chiudere la crepa, ma non so bene che strada tentare e chiedo consiglio a voi, è la prima volta che tento un lavoro di questo tipo.
IMG_20180331_175347.jpg
IMG_20180331_174641.jpg


I problemi che vedo qui sono parecchi:
1. La crepa è lunga.
2. la riparazione lavorerà a trazione per l'effetto "cuneo" della filettatura, rischiando di riaprirsi
3. Come si vede (spero...) dalle foto, la crepa interessa anche la zona della scritta
4. il cappuccio porta la filettatura internamente a circa metà della sua lunghezza (si intravvede nella foto sotto) e questa ovviamente non deve essere toccata.

La mia idea sarebbe intervenire dall'interno con dell'Attack, dopo aver protetto la filettatura interna (pensavo a della cera).
Per limitare le fuoriuscite di colla e proteggere l'esterno pensavo ad una striscia di nastro sulla faccia esterna. Farei asciugare tenendo pressato e poi, come ho letto in un vecchio intervento di Peppe Pipes, per limitare il rischio legato alla trazione, applicare della carta velina con Attack, almeno nella parte più esterna ed accessibile del cappuccio (ammesso che ci sia la tolleranza per il corpo, ma penso di si, al limite potrei poi assottigliare con una limetta).

Cosa ne pensate? E' fattibile? Quella che ho esposto è un'idea estemporanea, non ho idea se vi siano approcci "canonici" ad una riparazione come questa.
In particolare, ad esempio, è preferibile una saldatura con acetone? Il cianoacrilato l'ho già utilizzato con discreto successo per delle sezioni crepate, mentre con l'acetone non saprei neppure da dove cominciare (compreso dove reperirlo...)

Grazie a chiunque vorrà darmi qualche consiglio
magnifier_20180331_175210.jpg

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1056
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da PeppePipes » sabato 31 marzo 2018, 19:44

Ti sei dimenticato di dirci il materiale di cui è Fatto il cappuccio. Se è in resina, penso che il cianoacrilico sia indicato; io interverrei dall'esterno facendo penetrare la colla nella crepa con l'aiuto di uno stuzzicadenti, facendo attenzione a metterne il minimo indispensabile nella zona della filettatura. A quel punto converrebbe tenere il cappuccio ben serrato con una fascetta stringi tubo o con un paio delle fascette in plastica di quelle che si tirano e restano strette. Subito dopo metterei la "toppa " di carta velina imbevuta dall'interno. Se stai al di sotto della filettatura non credo che ci saranno assolutamente problemi d'interferenza con la penna nel chiuderla. Alla fine eliminerai gli eventuali residui di colla con carta abrasiva sempre più sottile ed una buona lucidata finale.
Se il cappuccio fosse in celluloide il discorso cambia e l'intervento più opportuno sarebbe con l'acetone o meglio con l'acetato d'etile. Però a quel punto sarebbe opportuno predisporsi un poco di celluloide nera sciolta per fare un pò di riporto. Dopo avere spennellato acetone ed acetato sui lembi chiudere con le fascette ma senza stringere perché il materiale ammorbidito cederebbe ed il cappuccio rischierebbe di diventare troppo stretto: limitarsi a mettere a contatto il lembi, spennellare celluloide sciolta sulla parte, lasciare asciugare, levigare e lucidare. Toppa interna sempre opportuna.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1032
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Pettirosso » sabato 31 marzo 2018, 20:06

Sulla tecnica di riparazione mi astengo con deferente rispetto (per chi ha le idee ed è in grado di farlo).
Forse scrivo una tavanata galattica, ma per reperire l'acetone non sarebbe sufficiente acquistare un flacone di quel diabolico liquido che utilizzano le gentili signore per togliere lo smalto dalle unghie?

Avatar utente
Iorek
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 96
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Iorek » sabato 31 marzo 2018, 20:45

Ciao, ho dimenticato di dirlo, da quello che ho trovato in rete la v12 dovrebbe essere in resina.
Per quanto riguarda l'acetone, mi pare di aver letto che il solvente per unghie non va bene. Diversamente, con moglie e figlia in casa e debitamente attrezzate, il problema non si porrebbe!

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1056
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da PeppePipes » sabato 31 marzo 2018, 21:24

Iorek ha scritto:
sabato 31 marzo 2018, 20:45
Ciao, ho dimenticato di dirlo, da quello che ho trovato in rete la v12 dovrebbe essere in resina.
Per quanto riguarda l'acetone, mi pare di aver letto che il solvente per unghie non va bene. Diversamente, con moglie e figlia in casa e debitamente attrezzate, il problema non si porrebbe!
No, quello per cosmesi non va assolutamente bene. Ma se il cappuccio è in resina il problema dell'acetone direi che non si pone.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Iorek
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 96
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Iorek » sabato 31 marzo 2018, 22:23

Grazie mille per i consigli, cercherò di lavorare dall'esterno. L'idea di farlo dall'interno era per preservare meglio la scritta, limitando al massimo la necessità di una successiva lucidatura che temevo la danneggiasse. Ma in effetti con lo stuzzicadenti e quantità modiche non dovrei fare troppi danni.
Un'ultima domanda al sempre gentilissimo Peppe:: la "toppa" potrebbe essere di forma rettangolare solo sotto la riparazione o deve essere un "tubo", cioè svilupparsi sull'intera superficie interna?

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1056
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da PeppePipes » domenica 1 aprile 2018, 11:06

Iorek ha scritto:
sabato 31 marzo 2018, 22:23
Grazie mille per i consigli, cercherò di lavorare dall'esterno. L'idea di farlo dall'interno era per preservare meglio la scritta, limitando al massimo la necessità di una successiva lucidatura che temevo la danneggiasse. Ma in effetti con lo stuzzicadenti e quantità modiche non dovrei fare troppi danni.
Un'ultima domanda al sempre gentilissimo Peppe:: la "toppa" potrebbe essere di forma rettangolare solo sotto la riparazione o deve essere un "tubo", cioè svilupparsi sull'intera superficie interna?
No, basta che abbracci una zona di 4/5mm da entrambi i lati della crepa.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Iorek
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 96
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Iorek » martedì 10 aprile 2018, 0:26

Ciao,

Dopo una scaramantica settimana di prova durante la quale ho verificato che la riparazione tenesse, ecco i risultati.

Ho proceduto come consigliato dall'esterno con cianoacrilato, poi applicato la velina imbevuta all'interno ed infine pareggiato e lucidato.
Per pareggiare la colla in eccesso prima della lucidatura ho trovato utile usare una lama di rasoio molto rigida (una Gem single edge, molto simile a quella di certi raschietti) invece della carta abrasiva, sfruttando il fatto che la superficie da pareggiare era piana trattandosi di una delle facce del cappuccio. Ho poi usato paglietta da restauro, carta, e infine pasta abrasiva fine mescolata ad una goccia di sapone liquido, quindi una passata di cera.

Ho approfittato dell'intervento anche per una pulizia a fondo dell'interno, nel quale erano presenti grumi di inchiostro ormai pietrificati. In questo modello l'intervento è banale in quanto il gruppo pistone è avvitato al corpo, quindi semplicissimo da separare.

Attualmente, la zona della scritta è ancora da rifinire po' e in controluce si vede un lieve segno in corrispondenza della crepa, ma nel complesso il risultato è già quello che desideravo, e soprattutto la funzionalità sembra ripristinata. Appena avrò un altro pò di tempo mi dedicherò a rifinire i dettagli.

Come previsto, il rinforzo interno non interferisce nella chiusura. Quando lo si inserisce sul fondello (operazione obbligata nella Sport), il cappuccio rimane più "alto" di prima, ma non avendo riscontri non so se la posizione è giusta o se vi è eccessiva interferenza. In ogni caso, resta saldo.

Ringrazio ancora tutti per la pazienza e per i consigli!

IMG_20180402_093644_R.jpg
incollatura esterna
IMG_20180402_093727_R.jpg
ho usato una pinza a molla e della gomma per pressare durante l'asciugatura
IMG_20180402_094522_R.jpg
la velina impregnata
IMG_20180402_111544_R.jpg
Fusto e gruppo pistone
IMG_20180402_115658_R.jpg
Inizio della lucidatura

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1056
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da PeppePipes » martedì 10 aprile 2018, 10:54

Direi che hai fatto un buon lavoro; sicuramente ci sono margini di miglioramento nel rendere i segni meno visibili, ma fai assolutamente bene a prenderti una pausa ed aspettare l'ispirazione giusta.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Iorek
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 96
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Kaweco Sport: crepa nel cappuccio

Messaggio da Iorek » martedì 10 aprile 2018, 11:15

Grazie, era anche importante per me verificare la tenuta prima di spendere troppo tempo a rifinire, anche perché la certezza sul materiale non la avevo al 100%.
Alcune informazioni in rete suffragavano infatti il sospetto che potessero esistere V12 in celluloide. La prova strofinio non ha dato risultati, ma un po' di dubbio rimaneva...
Appena troverò il tempo comunque finirò il lavoro e posterò il risultato finale.

Rispondi