Distinguere la celluloide dalla resina plastica

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Avatar utente
Holden
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 20 agosto 2017, 15:34
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso: Uomo

Distinguere la celluloide dalla resina plastica

Messaggio da Holden » sabato 24 febbraio 2018, 16:25

Ciao, forse se n'è già parlato. Da principiante mi chiedevo se esiste un metodo per distinguere il materiale con cui sono costruite le penne che non sia ovviamente distruttivo :oops: Ho sentito che la celluloide, pulita con un panno, dovrebbe emettere odore di canfora. Ho provato ma non mi sembra risolutivo, ci sono suggerimenti? :roll:

unostudente
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 37
Iscritto il: sabato 17 febbraio 2018, 22:07
La mia penna preferita: tutte quelle in mio possesso
Il mio inchiostro preferito: waterman nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: italia
Sesso: Uomo

Distinguere la celluloide dalla resina plastica

Messaggio da unostudente » sabato 24 febbraio 2018, 16:32

Holden ha scritto:
sabato 24 febbraio 2018, 16:25
Ciao, forse se n'è già parlato. Da principiante mi chiedevo se esiste un metodo per distinguere il materiale con cui sono costruite le penne che non sia ovviamente distruttivo :oops: Ho sentito che la celluloide, pulita con un panno, dovrebbe emettere odore di canfora. Ho provato ma non mi sembra risolutivo, ci sono suggerimenti? :roll:
non saprei, io uso prevalentemente penne metalliche o trasparenti (plastica)
però sono curioso di saperlo, aspetto che qualcuno di più esperto di noi ci dia una risposta

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 963
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso: Uomo

Distinguere la celluloide dalla resina plastica

Messaggio da PeppePipes » sabato 24 febbraio 2018, 18:26

Holden ha scritto:
sabato 24 febbraio 2018, 16:25
Ciao, forse se n'è già parlato. Da principiante mi chiedevo se esiste un metodo per distinguere il materiale con cui sono costruite le penne che non sia ovviamente distruttivo :oops: Ho sentito che la celluloide, pulita con un panno, dovrebbe emettere odore di canfora. Ho provato ma non mi sembra risolutivo, ci sono suggerimenti? :roll:
Col tempo ci si fa l'occhio e generalmente non si ha quasi mai bisogno di fare test; Il metodo classico comunque è quello e di solito funziona: l'odore di canfora si sente nettamente. Volendo evitare i metodi che la danneggerebbero, non saprei cos'altro suggerirti.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
rsk80
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 46
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:27
La mia penna preferita: Pilot Custom 823 (SF)
Il mio inchiostro preferito: Diamine Asa Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso: Uomo

Distinguere la celluloide dalla resina plastica

Messaggio da rsk80 » sabato 24 febbraio 2018, 19:02

La celluloide si ricava dalla nitrocellulosa.. che è infiammabile, quindi farei la prova
con una bella fiammata :P scherzo ovviamente, ma è vero che è infiammabile.
Difficile capire la composizione precisa dei materiali usati per le penne, anche perchè
che si tratti di resina acrilica o epossidica, i polimeri possono essere modellati affinchè
assumano la consistenza voluta. Certo le mani esperte possono fare una prima
valutazione in base al tatto, quindi durezza e peso, ma è difficile, specie per le plastiche.

Aiuta comunque conoscere, sempre per esperienza, la "storia" di una data marca.
Le aziende difficilmente cambiano processo produttivo, specie nel breve
periodo, perchè questo avrebbe un impatto importante sui costi di produzione.
Quindi spesso a tale brand corrisponde un ventaglio piuttosto ristretto di materiali
utilizzati.

Rispondi