Riparazione con maschera

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8873
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Riparazione con maschera

Messaggio da maxpop 55 » venerdì 17 novembre 2017, 20:00

Quando si riparano sbeccature su fusti, cappucci di celluloide, o in qualunque altra parte ci sia bisogno di una maschera, spesso quello usiamo per mascherare il lavoro, è la carta, la carta da carrozzieri ed altro, con il problema che questo questo materiale rimane attaccato alla riparazione e ci costringe ad un maggior lavoro per levarlo.
Questo maggior lavoro, si può risparmiare, usando il grasso al silicone per evitare che parte della maschera rimanga attaccata alla celluloide.
Una volta costruita la maschera su cui poggiare la celluloide, la cospargiamo con un velo di grasso, questi impedirà alla celluloide di attaccarsi , quindi il lavoro di rifinitura sarà solo quello esterno.
Fino ad ora l'ho provato solo con la celluloide, ma sono sicuro che vada bene anche con i materiali plastici, con l'ebanite non so, ma credo sia anche possibile, per riparare l'ebanite si usa una miscele di polvere di ebanite e di AttaK, ecco il mio motivo della perplessità, però è da provare, probabilmente va bene anche per i lavori con l'ebanite.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Rispondi