ACPS Pen Show di ROMA (27/05/2017) c/o presso Hotel NH Leonardo da Vinci, Via dei Gracchi 324

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.

Moderatore: Ottorino

Avatar utente
TeoJ
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 14:42
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Novara
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda TeoJ » domenica 19 marzo 2017, 14:32

E' arrivato anche per me il momento di confrontarmi con una semplice rimessa in servizio di una penna.
Ho recuperato su ebay una Parker 61 a cartuccia a poco prezzo, in ottime condizioni estetiche ma che non ne voleva proprio sapere di scrivere.

Ho lasciato a mollo la sezione per quasi una settimana, e gli ho fatto pure fare un giorno e mezzo di lavaggio con la lavatrice (fatta con un deflussore da flebo) e sembrava non spurgasse più nulla, ma ancora l'inchiostro non ne voleva sapere di scendere.

Così oggi mi sono armato di coraggio e sono riuscito a smontare pennino e alimentatore dalla sezione senza rompere nulla :mrgreen:

Ora, come rimuovo i residui di quella che immagino sia la famigerata Shellac dalle filettature del pezzo che teneva bloccato l'alimentatore nella sezione. Basta lasciarla a mollo e poi passare un panno o dello scottex umido? O c'è da agire in maniera più energica?

Le alette dell'alimentatore sono ancora incrostatissime di inchiostro, che lascia una fine polverina nera sulle dita che vien via con fatica lavandole con acqua e sapone, e si deposita sul fondo del bicchierino dove ho messo i pezzi a bagno restando apparentemente insolubile. Immagino che in passato abbiano usato qualche inchiostro "cattivo". In tal caso qual è il modo migliore per pulire bene le alette? Lasciarle a bagno in sola acqua per tanto tempo o aggiungere anche qualcosa di specifico (candeggina, ammoniaca, sgrassatore)? Aggiungendo qualcuno di tali prodotti è opportuno rimuovere le parti di metallo?

Infine, quando la richiuderò, devo risigillare tutto procurandomi la Shellac o potrebbe bastare del grasso siliconico (come quello che avevo nella confezione della Twsbi Eco)?

Grazie in anticipo degli eventuali suggerimenti.

Avatar utente
DerAlte
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 899
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda DerAlte » domenica 19 marzo 2017, 15:32

TeoJ ha scritto:(candeggina, ammoniaca, sgrassatore)? Aggiungendo qualcuno di tali prodotti è opportuno rimuovere le parti di metallo?

La candggina è un ossidante.
Immagine

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 776
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda PeppePipes » domenica 19 marzo 2017, 15:45

La famigerata shellac, verso la quale mai riuscirò ad esprimere tutto l'odio che provo e mai mi stancherò di sconsigliarne l'utilizzo (escluso il restauro dei mobili), per quello che sono le mie esperienze si rimuove solo con l'alcool e molta pazienza, sempreché non la si riesca a raschiare meccanicamente. L'alcool non danneggia l'ebanite e quasi tutte le plastiche (prudente comunque un test su una parte interna o in ogni caso non visibile). E' letale invece sulla celluloide.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
TeoJ
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 14:42
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Novara
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda TeoJ » domenica 19 marzo 2017, 16:27

Grazie, la penna è in plastica/resina nera, e forse l'alimentatore è in ebanite, quindi con l'alcol dovrei andare tranquillo.

Consigli invece per il temibile inchiostro i cui residui non sembrano sciogliersi in acqua?

Ora volevo provare con gli scovolini che uso per pulire l'aerografo... spero di non danneggiare le alette dell'alimentatore :shifty:

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 776
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda PeppePipes » domenica 19 marzo 2017, 17:19

TeoJ ha scritto:Grazie, la penna è in plastica/resina nera, e forse l'alimentatore è in ebanite, quindi con l'alcol dovrei andare tranquillo.

Consigli invece per il temibile inchiostro i cui residui non sembrano sciogliersi in acqua?

Ora volevo provare con gli scovolini che uso per pulire l'aerografo... spero di non danneggiare le alette dell'alimentatore :shifty:

No, con scovolini, spazzolini da denti e simili non corri rischi.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
TeoJ
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 14:42
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Novara
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda TeoJ » domenica 19 marzo 2017, 18:27

Missione quasi compiuta.

La parte con le alette che ora è trasparente prima era un blocco unico nero, e solo dopo quasi un'ora di spazzolamento con lo scovolino è tornata al suo stato naturale. E pure i condotti sull'alimentatore erano completamente otturati... :x

Ora, per rimontare, vado tranquillo solamente con il grasso della TWSBI Eco?

20170319_173907.jpg

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 776
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda PeppePipes » domenica 19 marzo 2017, 19:00

TeoJ ha scritto:Missione quasi compiuta.

La parte con le alette che ora è trasparente prima era un blocco unico nero, e solo dopo quasi un'ora di spazzolamento con lo scovolino è tornata al suo stato naturale. E pure i condotti sull'alimentatore erano completamente otturati... :x

Ora, per rimontare, vado tranquillo solamente con il grasso della TWSBI Eco?

20170319_173907.jpg

Usane un velo sulle parti avvitate e sulla gomma. Non sul diffusore e sulle zone a contatto con l'inchiostro perché potrebbe ostruire i passaggi capillari o comunque creare problemi.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
TeoJ
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 14:42
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Novara
Sesso: Uomo

Rimuovere residui di Shellac e inchiostro "cattivo"

Messaggioda TeoJ » domenica 19 marzo 2017, 19:05

Ok, grazie :thumbup:

Si, volevo metterlo solamente dove prima c'era la shellac, sulla filettatura del connettore (quel pezzo a doppia filettatura di fianco alla sezione) dalla parte della sezione, dove serve a tenere fermo l'alimentatore, e dove verosimilmente potrebbe trafilare inchiostro


Torna a “Tecnica e riparazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: piccardi, zoniale e 4 ospiti