parker 61 a capillarità

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
valerio50
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 273
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 14:22
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Parma
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da valerio50 » giovedì 8 ottobre 2015, 22:57

Come fare per far funzionare una Parker 61 col caricamento a capillarità ? Ne ho una che all'aspetto esteriore è integra, ma non carica.
Saluti Valerio

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10112
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da piccardi » giovedì 8 ottobre 2015, 23:58

valerio50 ha scritto:Come fare per far funzionare una Parker 61 col caricamento a capillarità ? Ne ho una che all'aspetto esteriore è integra, ma non carica.
Saluti Valerio
La si mette in acqua e si vede che succede, perché se ci si è seccato dentro l'inchiostro, sbloccarla richiede moooooooooooooooooooolta pazienza.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Ottorino » venerdì 9 ottobre 2015, 2:19

http://www.rickconner.net/penspotters/parker.61.html

ma non è tutta questa comodità (scusa per l'inglese, ma non trovo altro)
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1018
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Pettirosso » venerdì 9 ottobre 2015, 8:53

Sistema empirico che ha funzionato sulle mie (letto non ricordo più dove sul web anni fa, quindi non so più ritrovarlo; è una versione semplificata di quanto già detto dal Maestro Ottorino):
1°) Lungo ammollo in acqua, sia dalla parte dell'alimentatore (da dove dovrebbe aspirare l'inchiostro per capillarità) che da quella del pennino, in modo da inumidire e poi sciogliere per quanto possibile l'inchiostro secco all'interno. Conviene quindi mettere tutta la penna in una vaschetta lunga, scuotendola di tanto in tanto per fare penetrare il più possibile l'acqua (un paio di giorni di ammollo);
2°) Procurarsi una peretta di gomma, di quelle che si usano per le orecchie (farmacia);
3°) Tagliare il beccuccio della peretta ad una altezza tale che le permetta di essere inserita nell'alimentatore (controllare a occhio il diametro);
4°) Riempire la peretta di acqua, infilare il beccuccio tagliato nell'alimentatore e premere quanto basta per fare uscire l'acqua dal pennino. All'inizio si incontrerà una notevolissima resistenza (tutto intasato), ma continuando a forzare piano piano la porcheria inizierà ad uscire. Una volta sbloccata il più è fatto: basta continuare il lavaggio fino a quando uscirà acqua pulita.
5°) A questo punto occorrerà lasciare asciugare il sistema di carica, lasciando la penna aperta per qualche giorno (altrimenti non assorbirà inchiostro, essendo ancora piena di acqua), e poi si può procedere alla carica (inserire l'alimentatore in verticale in una boccetta di inchiostro ed attendere una decina di secondi che il serbatorio si riempia).
Io ho usato acqua di rubinetto a temperatura ambiente, senza aggiungere nulla per paura che poi sapone o altro intasasse o danneggiasse a sua volta qualcosa, vista la difficoltà dei cicli di scarico (in effetti lo scarico e la pulizia non erano previste da Parker, e forse proprio questo è stato il grosso problema della penna, in sé molto bella e innovativa).
Spero di essere stato utile.
Buona giornata a tutti!
Giuseppe.

valerio50
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 273
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 14:22
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Parma
Sesso:

Re: Parker 61 a capillarità

Messaggio da valerio50 » venerdì 9 ottobre 2015, 11:00

Grazie, siete stati molto esaurienti. Nell'articolo in inglese inviato da Ottorino si parla del rivestimento in teflon del serbatoio a capillarità. C'è una ragione per la quale tale serbatoio è rivestito in teflon, oltre che impedire che l'inchiostro vi aderisca ? Ve lo chiedo perché il mio è rovinato e per piccoli tratti il serbatoio è spellato. Saluti.
Valerio
Allegati
DSC00609.JPG
DSC00608.JPG

Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1146
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da nello56 » venerdì 9 ottobre 2015, 20:01

Se è localizzato all'esterno del sistema, come dalle foto, e se "estetico", direi che è ininfluente.
Io, le 61 le ho sempre ripulite con calma usando la lavatrice con 1/2 lt di acqua ed una lacrima di ammoniaca.
Ma sostanzialmente direi che se non la si è costruita (e se non abbiamo intenzione di farlo)
il suggerimento di Giuseppe è perfetto! :clap:
E' solo questione di tempo!
Nello

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1018
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Pettirosso » venerdì 9 ottobre 2015, 22:06

Grazie, Nello56! :)
All'ammoniaca non avevo proprio pensato, ma mi sembra una ottima idea per una pulizia ancora più accurata.
E per essere completi, ecco le istruzioni d'uso originali dell'epoca (non c'era altro, e dunque nulla per la pulizia del serbatorio).
Giuseppe.
Allegati
Parker61.jpg
Parker61-1.jpg

valerio50
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 273
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 14:22
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Parma
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da valerio50 » venerdì 9 ottobre 2015, 22:58

Grazie Nello, il danno è solo estetico. Non ho costruito la lavatrice, per cui seguirò i consigli di Giuseppe.
Valerio

Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1146
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da nello56 » sabato 10 ottobre 2015, 13:13

Giuseppe, grazie per aver reso disponibile a tutti noi le istruzioni della 61! (56 ... ottima annata! :lol: ) Almeno ora so come fare per testare se è carica o meno (si impara sempre qualcosa!)

Valerio, leggendole avrai la conferma che il teflon aveva solo la funzione di antiaderente per l'inchiostro, per cui il tuo fusto un poco rovinato, alla peggio dovrà essere pulito con uno straccetto (cosa che faccio comunque sulla mia 61 anche se "felicemente teflonata" ;) ). Quindi tutto ok!

Nello

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10112
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da piccardi » sabato 10 ottobre 2015, 23:33

Ti ringrazio anche io per le istruzioni, come sempre interessanti, le ho messe sul wiki (se non ti dispiace).

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1018
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Pettirosso » giovedì 15 ottobre 2015, 7:46

E' sempre un piacere potere contribuire, nel mio piccolo!
Le pagine facevano parte del libretto di garanzia, datato 1963. Carissimo Nello, questa penna deve essere appena più giovane di noi!

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1051
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da PeppePipes » giovedì 15 ottobre 2015, 14:34

Mi spiace non trovare più alcune foto che avevo fatto al "contenuto" della cartuccia a capillarità della 61.
Se mi sarà possibile le rifarò, ma nel frattempo cerco di raccontarlo sperando di riuscire a farlo comprendere.
Non sono certo al 100% che tutte le 61 siano fatte allo stesso modo, ma chi pensa (come successo a me) che l'interno del contenitore rivestito in teflon contenga del materiale poroso, sbaglia completamente strada.
In realtà, avvolto su se stesso, c'è solo un sottile foglio, lungo ad occhio e croce una decina di cm, di un materiale plastico trasparente, analogo a quello che comunemente si definisce "nylon"; una cosa, per capirci, simile alle pellicole che proteggono i display dei telefonini.
La superficie del foglio è totalmente incisa con tagli di pochi mm di lunghezza e distanti pochi mm tra di loro disposti a 45 e 315°, ovvero disposti a "V", disposte su ripeture file parallele. Immaginate questi come se fossero stati fatti con un cutter non perfettamente affilato, che ha lasciato i bordi minimamente sollevati. Verosimilmente questo impedisce alle spire avvolte di aderire perfettamente le una alle altre, andando quindi a costituire l'accesso capillare; i singoli tagli invece, secondo la mia interpretazione, funzionano da micro-serbatoi.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Ottorino » giovedì 15 ottobre 2015, 14:40

Da come lo descrivi sembra proprio un sistema per aumentare il numero dei menischi per tirar su l'inchiostro.
Un singolo tubo non ce l'avrebbe fatta.

Penso anche che il materiale sia fondamentale: un diverso materiale avrebbe una diversa interazione col liquido e cambierebbe la curvatura dei menischi, alterando la capacità di caricamento.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1051
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da PeppePipes » giovedì 15 ottobre 2015, 15:34

Ottorino ha scritto:Da come lo descrivi sembra proprio un sistema per aumentare il numero dei menischi per tirar su l'inchiostro.
Un singolo tubo non ce l'avrebbe fatta.

Penso anche che il materiale sia fondamentale: un diverso materiale avrebbe una diversa interazione col liquido e cambierebbe la curvatura dei menischi, alterando la capacità di caricamento.
Infatti. Ed a ben riflettere, nonostante l'esperienza si sia rivelata un fiasco almeno sotto l'aspetto commerciale, la sfida era tutt'altro che semplice: un materiale spugnoso sarebbe stato forse veloce e capiente nell'assorbire l'inchiosro ma non l'avrebbe poi saputo trattenere, lasciando entrare con pari facilità l'aria.
Sarebbe curioso scoprire come era invece congegnata la X-pen (mi pare si chiamasse così) che la Waterman introdusse sul mercato in risposta alla 61. Qualcuno l'ha smontata?
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1551
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da Medicus » giovedì 15 ottobre 2015, 19:19

PeppePipes ha scritto:Mi spiace non trovare più alcune foto che avevo fatto al "contenuto" della cartuccia a capillarità della 61.
Se mi sarà possibile le rifarò,
Sarebbe davvero interessante vedere queste foto, perchè la descrizione per quanto chiara sia, non è come l' immagine , o meglio l' immagine è il completamento della descrizione.
Ho guardato anche il brevetto nel wiki, ma francamente "non ci ho capito una mazza".
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Rispondi