parker 61 a capillarità

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1141
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da nello56 » venerdì 16 ottobre 2015, 20:10

Sul wiki ci sono una marea di brevetti relativi al caricamento per capillarità (grazie Simone!)
In particolare, questo brevetto depositato in GB li presenta un poco tutti, tra i quali quello che ha descritto Marcello (quello con dei forellini sfrangiati etc. a pagina 19 ).

http://www.fountainpen.it/index.php?tit ... pdf&page=1

in attesa di trovare qualche foto. (Se lo hai già visto...fai finta che non abbia scritto nulla! ;) )

Nello

valerio50
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 273
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 14:22
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 blu
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Parma
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da valerio50 » sabato 17 ottobre 2015, 18:29

Nonostante tutti i brevetti di caricamento per capillarità, questa soluzione ( geniale nell'ideazione, ma fallimentare nella pratica) l'ho vista solo nelle Parker mod. 61. Vi risulta che altre ditte abbiano adottato in qualche modello questo tipo di caricamento ?
Saluti. Valerio

Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1141
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso:

Re: parker 61 a capillarità

Messaggio da nello56 » sabato 17 ottobre 2015, 20:10

valerio50 ha scritto:ma fallimentare nella pratica
permettimi di dissentire, io ho un paio di 61 ed il sistema sulle mie funziona molto bene!
Io penso che, l'alternativa della cartuccia o del converter, produttivamente costi molto meno e sia questa principalmente la causa dell'abbandono di tale sistema (come per quello a leva,pulsante etc.)

Modelli di penne che utilizzino questo sistema, io conosco solo la 61, la Waterman X e la Platignum 100. La 61 si ricarica immergendo la parte posteriore, le altre due immergendo il pennino. Ovviamente, se qualcuno conosce altri modelli, un Suo intervento integrativo è gradito! ;)

Nello

Musashi
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 15:55
La mia penna preferita: Waterman Edson Green
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Sapphiro
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cagliari e Milano
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da Musashi » martedì 12 giugno 2018, 22:23

La mia Parker 61 funziona benissimo, carica molto, dura molto e la uso in aereo senza problemi.
La mia passione per le stilografiche - ora dilagata irrimediabilmente - è stata scatenata anni fa da una Paker 61. Era di mio padre, che nella senilità aveva perso la memoria di molte cose. Ricordava ancora che si trattava della sua stilografica preferita (prima di abbandonarle tutte sdegnosamente nel cassetto in cambio di una bic: all'epoca, si pensava che il progresso consistesse in questo...), "la migliore in assoluto" mi diceva, ma ... non sapeva perché. Io: "Come si carica?"; Lui "non ne ho la minima idea, mi ricordo che è molto comoda e non macchia". Io: "ma questa cosa grigia dietro si svita?" Lui: "mi sembra che non lo ho mai fatto". Bisogna ammettere che si portava la demenza senile con molta classe il mio povero babbo, d'altronde era stato un professore universitario.
Alla fine un collezionista mi ha spiegato, il tutto mi è sembrato spaziale, e da lì è partito l'interesse...
Volevo condividere la storiella con voi!

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9423
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 14 giugno 2018, 9:04

PeppePipes ha scritto:
giovedì 15 ottobre 2015, 14:34
Mi spiace non trovare più alcune foto che avevo fatto al "contenuto" della cartuccia a capillarità della 61.
Se mi sarà possibile le rifarò, ma nel frattempo cerco di raccontarlo sperando di riuscire a farlo comprendere.
Non sono certo al 100% che tutte le 61 siano fatte allo stesso modo, ma chi pensa (come successo a me) che l'interno del contenitore rivestito in teflon contenga del materiale poroso, sbaglia completamente strada.
In realtà, avvolto su se stesso, c'è solo un sottile foglio, lungo ad occhio e croce una decina di cm, di un materiale plastico trasparente, analogo a quello che comunemente si definisce "nylon"; una cosa, per capirci, simile alle pellicole che proteggono i display dei telefonini.
La superficie del foglio è totalmente incisa con tagli di pochi mm di lunghezza e distanti pochi mm tra di loro disposti a 45 e 315°, ovvero disposti a "V", disposte su ripeture file parallele. Immaginate questi come se fossero stati fatti con un cutter non perfettamente affilato, che ha lasciato i bordi minimamente sollevati. Verosimilmente questo impedisce alle spire avvolte di aderire perfettamente le una alle altre, andando quindi a costituire l'accesso capillare; i singoli tagli invece, secondo la mia interpretazione, funzionano da micro-serbatoi.
Interessantissima la spiegazine di Marcello, molto chiara, certo le foto aiuterebbero.
Il problema principale di questo bel sistema è la scarsa capienza di carica.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Corvogiallo
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 272
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Noir
Misura preferita del pennino: Fine

parker 61 a capillarità

Messaggio da Corvogiallo » venerdì 15 giugno 2018, 16:04

Una delle mie preferite, forse la preferita. Un sistema di carica geniale, un pennino pari solo agli Sheaffer!

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da zoniale » sabato 16 giugno 2018, 1:33

C'è una 61 signet in viaggio dal Regno Unito.
Approfitto finché sono ancora nell'Unione. ;)
Michele

Avatar utente
Corvogiallo
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 272
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Noir
Misura preferita del pennino: Fine

parker 61 a capillarità

Messaggio da Corvogiallo » sabato 16 giugno 2018, 12:37

Effettivamente la maggior parte vengono da lì e i prezzi sono ancora abbordabili. Poi bagnetto per un po' e tornano ad una nuova giovinezza!

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da zoniale » giovedì 21 giugno 2018, 14:25

zoniale ha scritto:
sabato 16 giugno 2018, 1:33
C'è una 61 signet in viaggio dal Regno Unito.
E' arrivata.
E' perfetta.
Ora è alle terme.

p.s. pare che la sciura May ora voglia fare una Brexit con libera circolazione delle merci: più penne per tutti.
Michele

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9423
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 21 giugno 2018, 15:13

zoniale ha scritto:
giovedì 21 giugno 2018, 14:25
zoniale ha scritto:
sabato 16 giugno 2018, 1:33
C'è una 61 signet in viaggio dal Regno Unito.
E' arrivata.
E' perfetta.
Ora è alle terme.

p.s. pare che la sciura May ora voglia fare una Brexit con libera circolazione delle merci: più penne per tutti.
Complimenti Michele la 61 è una gran penna, l'unica cosa cdi cui mi lamento è la scarsa capienza del serbatoio.
Grazie sig. May, più penne per tutti :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 907
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

parker 61 a capillarità

Messaggio da zoniale » giovedì 21 giugno 2018, 15:39

maxpop 55 ha scritto:
giovedì 21 giugno 2018, 15:13
Complimenti Michele la 61 è una gran penna, l'unica cosa cdi cui mi lamento è la scarsa capienza del serbatoio.
Tra l'altro è identica a quella signet che sta sul nostro Wiki e che (mi pare di riconoscere lo stile del fotografo) potrebbe essere tua.
Michele

Rispondi